Fusione: riportabili le perdite anche con patrimonio netto ricostituito (risposta interpello Agenzia delle Entrate 17.12.2018 n. 109)

18/12/2018

Fusione: riportabili le perdite anche con patrimonio netto ricostituito (risposta interpello Agenzia delle Entrate 17.12.2018 n. 109)
A cura di Matteo Tambalo Secondo la risposta interpello Agenzia delle Entrate 17.12.18 n.109, i versamenti soci effettuati nei 24 mesi precedenti e determinati dall'obbligo civilistico di ripianare le perdite superiori al terzo del capitale sociale non sono riconducibili all'intento elusivo di incrementare artificiosamente il patrimonio di una società oggetto di fusione, al fine di incrementare la possibilità di riportare le perdite. Considerato che l'art. 172 c7 TUIR (norma di riferimento in tema di riporto delle perdite in caso di fusione) ha finalità antielusive, l'Agenzia delle Entrate ne afferma la disapplicazione nel caso di specie.
Condividi su: linkedin share facebook share twitter share
Sigla.com - Internet Partner