News

tutti | 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013
10/07/2020

La successione tra soggetti esteri di immobile in Italia sconta l’imposta

A cura di Matteo Tambalo Nella risposta interpello 9.7.2020 n. 206, l'Agenzia delle Entrate ha esaminato la successione di un residente in Francia, a favore della moglie, residente in Francia, avente ad oggetto un immobile sito in Italia, precisando che per l'applicazione dell'imposta di successione all'immobile in Italia, si applica la disciplina italiana, in base alla convenzione contro le doppie imposizioni in materia di imposta sulle successioni e donazioni tra Italia e Francia. Pertanto, nel caso di specie, per il trasferimento al coniuge si applica l'imposta sulle successioni del 4% oltre la franchigia di 1 milione di euro.
10/07/2020

Circolare Tematica - Regime IVA dei servizi elettronici, di telecomunicazione e di teleradiodiffusione – Novità del DLgs. 1.6.2020 n. 45

A cura di Amedeo CesaroIl Decreto Legislativo n. 45/2020, ha dato tardivamente attuazione alla Direttiva UE n. 2017/2455 del 5 dicembre 2017. Le nuove regole Iva in materia di e-commerce sono state introdotte a livello Ue con decorrenza dal 1° gennaio 2019, ma solo con la pubblicazione ufficiale del Dlgs n. 45/2020, le modifiche adottate a livello nazionale diventano attuabili ed entrano in vigore dal 10 giugno 2020.
In particolare, la normativa mira a semplificare gli obblighi IVA a carico degli operatori che prestano servizi TTE nei confronti di privati consumatori di altri Stati membri, oltre ad estendere l’applicazione delle disposizioni in materia di regimi speciali per i suddetti servizi forniti per via elettronica (regime del Mini One Stop Shop “MOSS”).
Tale normativa vuole agevolare i soggetti che effettuano soltanto occasionalmente, o comunque non in modo sistematico, servizi “TTE” nei confronti di soggetti privati. A tale fine, è stato quindi previsto che fino a una soglia di € 10.000 annui, le prestazioni di servizi rese nei confronti di clienti soggetti privati UE sono considerate territorialmente effettuate in ITALIA.  E’ stato inoltre esteso lo speciale regime del MOSS nell’ambito dell’e-commerce anche per i soggetti extra-Ue.
Nella Circolare dello Studio allegata, troverete tutti i dettagli.
Consulta la circolare
07/07/2020

Concordato preventivo, la compensazione del credito IVA, sorto nel corso della procedura, può operare solo con un debito dello stesso periodo

A cura di Alessandro Dalla Sega Con la sentenza n. 13467 del 2.7.2020 la Cassazione ha stabilito che, in materia di concordato preventivo, nel caso in cui il debitore o i suoi aventi causa chiedano il rimborso di un credito IVA formato durante lo svolgimento della procedura concorsuale, l'amministrazione finanziaria può opporre in compensazione i crediti sorti dopo l'apertura della procedura, ma non quelli formati in epoca precedente, in ragione del principio di agli artt. 56 e 169 L.F., applicabile anche ai crediti erariali.
02/07/2020

Circolare Tematica - Proroga versamenti per i contribuenti che svolgono attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) – Pubblicazione del DPCM 27.6.2020

A cura di Amedeo CesaroNella Circolare di Studio si analizza quanto indicato all'interno del DPCM 27.6.2020, pubblicato sulla G.U. 29.6.2020 n. 162, con il quale è stata disposta la proroga dei termini per i versamenti derivanti dai modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020: dal 30.6.2020 al 20.7.2020, senza maggiorazione; dal 30.7.2020 al 20.8.2020, con la maggiorazione dello 0,4%; in relazione ai contribuenti interessati dall’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfettario o dei c.d. “minimi”.
Il rinvio dei termini di versamento è stato deciso per tener conto dell’impatto dell’emergenza da CO-VID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari.
Si ricorda che l’emanazione del DPCM di proroga era stata annunciata con il comunicato stampa del Ministero dell’Economia e delle Finanze 22.6.2020 n. 147.
Il testo del DPCM 27.6.2020 risolve gli aspetti dubbi che potevano emergere dal sintetico contenuto del suddetto comunicato stampa.
Consulta la circolare
26/06/2020

La Cassazione interviene sugli NPL e l’assenza delle garanzie reali promesse dal cedente (Loss Given Default)

A cura di Giorgio AschieriCon la sentenza del 15.6.2020 n.11583 la Suprema Corte ha emesso una interessante decisione sul danno derivante da c.d. “loss given default” (LGD), in questo caso conseguente alla riscontrata assenza di garanzie ipotecarie, dichiarate dalla cedente in sede di cessione di crediti (si trattava di un pacchetto di crediti ipotecari).
Leggi approfondimento
25/06/2020

Circolare Tematica - Proroga versamenti per i contribuenti che svolgono attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)

A cura di Amedeo CesaroNella Circolare di Studio si analizza quanto indicato all'interno del comunicato stampa 22.6.2020 n. 147, attraverso cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che è in corso di emanazione il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) che dispone la proroga dal 30.6.2020 al 20.7.2020: del termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA; per i contribuenti interessati dall’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfettario. Il rinvio del termine di versamento, senza corresponsione di interessi, è stato deciso per tener conto dell’impatto dell’emergenza da COVID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari.
Consulta la circolare
25/06/2020

Linee guida del CSM per l’organizzazione delle procedure concorsuali

A cura di Viviana Rotella Con delibera del 4 giugno, il CSM ha approvato le linee guida per l’organizzazione del settore delle procedure esecutive e concorsuali nella cd. “fase 2” dell’emergenza COVID-19. Per quanto riguarda le procedure concorsuali, viene sollecitata l’esecuzione dei riparti, che consentono l’immissione di liquidità nel sistema in un momento di drammatica crisi economica. 
Leggi le linee guida
19/06/2020

Cartella di pagamento non opposta, prescrizione decennale per i tributi erariali e di cinque anni per tributi locali e contributi previdenziali.

A cura di Alessandro Dalla Sega Con la sentenza n. 11814 del 18.6.2020 la Cassazione ha confermato che la prescrizione per la riscossione delle somme delle cartelle di pagamento non opposte è di dieci anni per i tributi erariali, e di cinque anni per i tributi locali o per i contributi previdenziali. La pronuncia è linea con quanto sancito dalle Sezioni Unite con la sentenza n. 23397 del 17.11.2016, secondo la quale se la cartella di pagamento, o altro atto impositivo, non vengono impugnati tempestivamente, la prescrizione per la riscossione delle somme non è, necessariamente, quella decennale, ma quella, di dieci anni o più breve, per la riscossione di ciascun tributo.
18/06/2020

Circolare Tematica - Vendite di beni tramite piattaforme digitali – Obblighi comunicativi – Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

A cura di Amedeo Cesaro Nella Circolare di Studio si analizzano i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate sulle modalità e i termini di trasmissione dei dati relativi alle vendite a distanza di beni che avvengono mediante l’uso di una interfaccia elettronica.
Consulta la circolare
15/06/2020

Circolare Tematica - Prova delle cessioni intracomunitarie – Novità dall’1.1.2020 – Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

A cura di Amedeo Cesaro Nella Circolare di Studio si analizzano i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate in seguito all'entrata in vigore della direttiva 2018/1910/UE, che ha modificato la direttiva 2006/112/CE in materia di IVA, prevedendo una nuova disciplina per le cessioni intracomunitarie.
Consulta la circolare
15/06/2020

Circolare Tematica - Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) – Applicabilità in relazione al Modello Redditi 2020

A cura di Amedeo Cesaro Nella circolare di Studio si forniscono approfondimenti in merito all'applicabilità degli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità fiscale) in relazione al modello redditi per l'anno 2020.
Consulta la circolare
10/06/2020

Il piano attestato come possibile epilogo del concordato in bianco - Conversione in legge del “Decreto Liquidità”

A cura di Giorgio Aschieri In sede di conversione in legge (n.40/2020) del “Decreto Liquidità” (D.L. 23/2020) è stato tra l’altro inserito l'art. 9 co. 5-bis: le imprese che, entro il 31.12.2021, hanno ottenuto il termine per la domanda prenotativa di concordato (il c.d. “concordato in bianco”) o quello dell’automatic stay antecedente all’omologa dell’accordo di ristrutturazione, possono rinunciare alla relativa procedura, predisponendo un piano di risanamento  ex art.67 L.F., che sarà poi pubblicato nel Registro delle Imprese. Verificata la completezza e la regolarità della procedura, il Tribunale dichiarerà l'improcedibilità del ricorso originario.
Leggi approfondimento
09/06/2020

Nel trasferimento dell’impresa in crisi l'accordo sindacale non può bloccare il passaggio dei dipendenti al cessionario

A cura di Alessandro Dalla Sega Con la sent. n. 10415 del 1.6.2020, per la prima volta, la Suprema Corte ha interpretato il co. 4-bis dell’art. 47 l. n. 428 del ‘90 ed ha affermato che nelle aziende in stato di crisi, o nelle quali sia stata disposta l'amministrazione straordinaria con continuazione dell'attività, l'accordo sindacale possa prevedere deroghe all’art. 2112 cc concernenti le condizioni di lavoro, fermo restando il trasferimento dei rapporti di lavoro al cessionario.
08/06/2020

CORONAVIRUS - Normativa vigente al 11 giugno 2020 e cessata

I provvedimenti emessi in questo delicato momento del Paese sono innumerevoli ed in via di evoluzione quotidiana, per una maggiore facilità di consultazione e coordinamento abbiamo pensato di riassumerli in questa sezione, suddividendoli per ciascun Organo emanante.
Leggi la normativa
04/06/2020

Circolare Tematica - Nuova" IMU (Versamento 1a rata entro il 16.6.2020)

A cura di Amedeo Cesaro La legge di bilancio 2020 (ai co. 738 - 783 dell’art. 1 della L. 27.12.2019 n. 160) ha riscritto la disciplina dell’IMU, con abolizione della TASI. La prima rata della “nuova” IMU per l’anno 2020 deve essere versata entro il 16.6.2020. Salvo futuri interventi legislativi, infatti, il termine non ha subito alcuna sospensione, ma i singoli Comuni possono prevedere una proroga, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche a causa della situazione emergenziale determinata dal COVID-19.
Consulta la circolare
29/05/2020

Il rinvio tecnico dell’udienza tributaria non consente nuovi documenti e memorie

A cura di Marco Bevilacqua In tema di processo tributario, il rinvio tecnico dell’udienza non riapre i termini, di cui al D.Lgs. n. 546/1992, per depositare documenti e memorie sicché se questi sono prodotti dopo la scadenza relativa alla prima fissazione, ancorché non espunti, non possono essere presi in considerazione dal giudicante, neppure se la controparte non eccepisca tale vizio (cfr. Cass. n. 8586/2020).

26/05/2020

CORONAVIRUS - DL 19.5.2020 n. 34 DECRETO RILANCIO Ulteriori proroghe delle scadenze fiscali

Ad integrazione della precedente Circolare di Studio di seguito riportiamo le ulteriori proroghe delle scadenze delle somme dovute a seguito dell’attività accertative, giudiziali tributarie, definizioni agevolate DL 119/2018, nonché della rottamazione ter e dei carichi già affidati all’agente della riscossione.
Leggi la circolare
21/05/2020

L’intestazione fiduciaria della partecipazione non necessita della forma scritta

A cura di Fabio Librandi Con sentenza n. 9139 del 19.5.2020 la Suprema Corte ha affermato che il trasferimento fiduciario di partecipazioni societarie non richiede né "ad substantiam" né "ad probationem" la forma scritta, quand’anche nel patrimonio sociale siano compresi beni immobili. Tale cessione non comporta, infatti, un trasferimento dei diritti immobiliari in quanto resterebbero sempre nella titolarità della società, terza rispetto al negozio di cessione tra le parti. E quindi se il trasferimento di partecipazioni non richiede per la sua validità la forma scritta (che invece è richiesta per dar seguito alla pubblicità conseguente nei Registro delle Imprese, per quanto riguarda le Srl), non la può chiedere neppure il trasferimento in fiducia. Pertanto, il pactum fiduciae, è equiparato al contratto preliminare per il quale l’art. 1351 c.c. prescrive la stessa forma del contratto definitivo. La sentenza si riferiva ad una fiducia tra persone fisiche (marito e moglie); non diversa però sarebbe la situazione se si trattasse di mandato fiduciario a società fiduciaria a ciò autorizzata, anche se qui il contratto è previsto dalle norme professionali di settore e vi è il controllo dei ministeri competenti.
21/05/2020

CORONAVIRUS - DL 19.5.2020 n. 34 DECRETO RILANCIO Principali novità

La Circolare di Studio contiene le principali novità del Decreto Rilancio (DL 19.5.2020 n. 3), pubblicato ieri ed entrato in vigore il 19.05.2020.
Il decreto dovrà essere convertito in legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Leggi la circolare
19/05/2020

Company law - Oltre all’art. 29 anche l’art. 49 (ex 57) della bozza del DL Rilancio prevede crediti d’imposta per le capitalizzazioni delle PMI danneggiate dal Covid-19

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie Oltre all’art. 29 anche l’art. 49 (ex 57) della Bozza del DL Rilancio prevede crediti d’imposta per le capitalizzazioni delle PMI danneggiate dal Covid-19. A questo punto si apriranno gli arbitraggi su quale sia il credito d’imposta più interessante da prendere? Leggi l'approfondimento.
19/05/2020

Difesa tributaria - Art. 169 della bozza del “Decreto Rilancio” - Cumulabilità della sospensione dei termini processuali previsti per l’emergenza epidemiologica nell’ambito del procedimento di accertamento con adesione

A cura del Dipartimento Difesa tributaria L’articolo 169 della bozza del “Decreto Rilancio” dovrebbe risolvere l’incertezza che si è creata con riferimento alla cumulabilità della sospensione dei termini processuali previsti per l’emergenza epidemiologica nell’ambito del procedimento con adesione. Il problema dovrebbe essere superato a livello legislativo se verrà confermata la predetta disposizione che riconosce, in caso di istanza di adesione presentata dal contribuente, il cumulo della sospensione del termine di impugnazione per il periodo di 90 giorni dalla data di presentazione dell’istanza e la sospensione prevista dall’art. 83 del DL 18/2020. Leggi l'approfondimento.
18/05/2020

Company law - Misure a favore degli aumenti di capitale art 45bis DL Rilancio

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie Con l’art. 45bis del DL Rilancio (in bozza) possibili gli aumenti di capitale a maggioranza semplice, in barba alle maggioranze qualificate previste dal codice ed a quelle previste negli statuti o nei patti parasociali…in qualche caso una bomba negli assetti societari! In pratica si stabilisce che, nel corso del 2020 (con carattere transitorio), l’aumento di capitale di una società possa essere deliberato in assemblea a maggioranza semplice senza dover rispettare le diverse maggioranze qualificate previste nel c.c. o quelle definite nello statuto. Si sottolinea che l’articolo può avere effetti dirompenti in molte società dove le previsioni statutarie sono state misurate per regolare i rapporti tra le diverse componenti dell’azionariato; e le previsioni di maggioranze qualificate sono state poste a blindatura degli accordi tra i soci. Ora, l’intervento previsto dal legislatore seppure temporaneo, apre un varco di legge per tali blindature e, potrebbe permettere, con la motivazione di necessaria capitalizzazione della società, di fare entrare con maggioranze semplici aumenti di capitale (prima bloccati/bloccabili) che scompaginerebbero gli attuali rapporti tra soci. Leggi l'approfondimento.
17/05/2020

Company law - Contributi a Fondo perduto per le imprese con ricavi 2019 inferiori a 5 mln di euro danneggiate dal COVID-19 - Con l’art. 28 un vero ristoro da parte dello Stato?

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie L'aiuto e il sostegno all’economia e alle sue imprese, predisposto  con il DL Rilancio a livello generale fa leva su di un tris di interventi quali: i) Art. 28 Contributi a fondo perduto (ricavi fino a 5 mln); ii) Art. 29 Credito d’imposta del 20% su aumenti di capitale (società con ricavi da 5 mln a 50 mln); iii) Art. 30 Partecipazioni del Patrimonio Destinato CDP (società con ricavi superiori a 50 mln).  Per quanto riguarda il primo si segnala che, a differenza degli altri due, si rivolge anche ai professionisti; nel concreto viene previsto che le imprese  e i professionisti che abbiano avuto nel 2019 ricavi o compensi inferiori a 5 mln di euro  e che siano stati danneggiati dal Covid-19 con una contrazione del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020, di oltre 1/3 rispetto al corrispondente periodo 2019 , possano avere un contributo a fondo perduto, calcolato sulla differenza tra i fatturati dei mese di aprile (‘20 vs ‘19) applicando al delta negativo specifiche percentuali. Leggi l'approfondimento
17/05/2020

Consulenza Tributaria - DL Rilancio "CREDITI D’IMPOSTA" un arsenale per il rilancio dell’economia Ma ancora molti dubbi per la cedibilità, trasferibilità

A cura del Dipartimento Consulenza Tributaria Corporate Anche se il "Decreto Rilancio" non è stato ancora pubblicato si ritiene utile riportarvi stralcio dei primi aspetti più interessanti per le diverse attività. In particolare uno dei meccanismi più utilizzati per fare arrivare direttamente alle imprese lo stimolo che il Governo vuole dare all’economia, senza passaggi intermedi, è quello del credito d’imposta. Questo era già avvenuto nel precedente DL Cura Italia e e nel DL Liquidità; nella bozza del Decreto Rilancio si vede un florilegio di crediti d’Imposta e, volendone fare un primo inventario di massima, abbiamo appuntato i prevalenti. Si avrà modo di approfondire i più diversi dettagli ma al momento ci si sofferma, sin da subito, sull’aspetto relativo al meccanismo di trasferimento del credito delineato dall’art. 128 ter (Trasformazione delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d’imposta cedibile)  e dall' art. 129 (Cessione dei crediti d’imposta riconosciuti da provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza da COVID-19). Leggi l'approfondimento.
14/05/2020

Company Law - Patrimonio Destinato a sostegno dell’economia Con l’art. 30 del DL Rilancio torna il Capitalismo di Stato?

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie Il meccanismo di aiuto e sostegno all’economia e alle sue imprese, predisposto dal Governo con il DL Rilancio, oltre che su contributi a fondo perduto per le imprese che abbiano conseguito nel 2019 fino a 5 mln di ricavi (art. 28) e ad agevolazioni per gli aumenti di capitale fatti dai soci alle società che abbiano conseguito nel 2019 tra i 5 e i 50 milioni di euro di ricavi (art. 29),  fa leva anche su di un intervento finanziario, a vario titolo, nelle società che abbiano conseguito nel 2019  ricavi superiori ai 50 milioni di euro, con sede legale in Italia e non operanti nel settore bancario, finanziario o assicurativo, che ne facciano richiesta. Leggi qui l'approfondimento.
13/05/2020

Company Law - Credito d’imposta del 20 % sugli aumenti di capitale! Questo il mezzo con il quale si spinge a capitalizzare le PMI nel post emergenza

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie Si sta ragionando sull’incentivazione ad investire nel capitale delle società che abbiano sofferto di una riduzione del fatturato per effetto del Covid-19. L’idea forte è quella di riconoscere un credito d’imposta sugli apporti a capitale effettuati nel 2020 sulla falsariga del modello già utilizzato in passato per gli investimenti in start up. Il credito d’imposta riconosciuto sarebbe pari al 20% con un limite dell’investimento a 2 mln. Il testo della bozza del Decreto di Maggio (o Rilancio che dir si voglia) è ancora lacunoso ma questo è quanto si può ricavare da una analisi dell’articolo 29 "Rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni”. Leggi qui l'approfondimento..
  
12/05/2020

Riscossione tributaria - Diniego di sgravio impugnabile per prescrizione

A cura di Marco Bevilacqua La Cassazione, pronunciandosi in tema di riscossione tributaria, ha statuito che il diniego di sgravio dei ruoli emesso dall’ente creditore è impugnabile al fine di far accertare giudizialmente la prescrizione dei crediti sottesi a tali ruoli e, quindi, alle pedisseque cartelle di pagamento dell’agente della riscossione (cfr. Cass. n. 8719/2020).
12/05/2020

Coronavirus - Company Law - Novità in arrivo sul voto plurimo

A cura del Dipartimento Company Law e Operazioni Straordinarie Dalle prime bozze del "Decreto di maggio" (art. 45) sembra che, anche in Italia, per tutte le società quotate potrebbe arrivare la disciplina del voto plurimo. Con la modifica legislativa dell’art. 127 sexies del TUF, anche una società già quotata potrebbe modificare lo statuto per avere (oltre che le azioni con voto maggiorato) anche le azioni con voto plurimo (ex art. 2351 c.c.) come tutte le altre società, cosa che prima era vietato per una società già quotata, con l’eccezione del caso in cui fosse una situazione già creatasi prima della quotazione. E con questo si vorrebbe, in qualche modo, ostacolare la fuga all’estero delle società quotata.
L’eventuale modifica è da salutare con favore. Leggi qui l'approfondimento.
11/05/2020

TOSAP – Le Sezioni Unite hanno sciolto il rebus del soggetto passivo

A cura di Marco Ghelli Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione con Sentenza n. 8626 del 7 maggio 2020 dettano la linea, modificando le ultime interpretazioni giurisprudenziali, e tornano su vecchie interpretazioni più granitiche e aderenti al dato letterale della norma, ossia che l’imposta (TOSAP - tassa sull'occupazione di suolo pubblico) è dovuta dal soggetto che ha avuto originariamente la concessione di posare la rete e non dal soggetto che è incaricato di gestire la rete (SII e Gas nel caso di specie).
29/04/2020

"Decreto Liquidità" - Altre novità

Nella Circolare di Studio si analizzano tra le altre: -) la riduzione all'80% degli acconti IRPEF, IRES e IRAP; -) credito d'imposta per l'acquisto di di dispositivi di protezione individuale; -) dividendi percepiti dalle società semplici; -) verifica del presupposto della continuità aziendale; -) novità in materia concorsuale; -) altre disposizioni in materia di lavoro.
Consulta la circolare
24/04/2020

Mezzi di prova nelle cessioni intracomunitarie “franco magazzino”

A cura di Monica Secco Con la Risposta all’Interpello n. 117 del 23/4/20, l’AdE ha fornito chiarimenti circa le prove documentali utili per dimostrare la non imponibilità ai fini IVA delle cessioni intracomunitarie “Franco Magazzino”, ritenendo conforme al Regolamento di Esecuzione del 4 dicembre 2018, n. 2018/1912/UE, nonché ai precedenti interventi, la seguente documentazione ai fini della dimostrazione dell’avvenuta cessione intracomunitaria: i) fattura di vendita emessa ai sensi dell'articolo 41 del decreto-legge n. 331 del 1993, ii) CMR firmato dal trasportatore e dal cessionario per ricevuta, ovvero integrato dalla dichiarazione del cessionario di avvenuta ricezione della merce nel Paese di destinazione, iii) documentazione bancaria attestante il pagamento della merce, iii) dichiarazione del cessionario che la merce è giunta nel Paese di destinazione, iv) elenchi riepilogativi Intrastat.
16/04/2020

CORONAVIRUS - Rapporto con le banche - Rinegoziazione del debito "win-win" confermata dal decreto liquidità

Con il “decreto liquidità” sono state previste per le imprese ulteriori misure di sostegno a carattere finanziario; si evidenzia che la misura di concessione del credito garantito sui nuovi finanziamenti erogati è conseguibile attraverso un iter semplificato; tuttavia si osserva che la concessione del finanziamento resta pur sempre assoggettata al normale iter di valutazione del credito e delle capacità di rimborso dello stesso. Eppure la situazione contingente può presentarsi come un’ottima occasione per poter garantire all’80% le operazioni di rinegoziazione del debito. Infatti, secondo il dettato normativo, le banche possono “passare” un debito che è già in essere senza garanzie a debito garantito (dallo Stato) al patto però che concedano un ulteriore credito che sia maggiore di almeno un 10 % a quello precedente. Continua la lettura
10/04/2020

CORONAVIRUS - Ulteriori proroghe dei termini per i versamenti fiscali e contributivi e per altri adempimenti fiscali

Nella Circolare troverete tutti gli approfondimenti relativi alle ulteriori proroghe dei termini per i versamenti fiscali e contributivi, nonché le altre disposizioni relative ai nuovi termini di  versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche, sui termini per la presentazione delle Certificazioni Uniche e sulla possibilità di non effettuazione delle ritenute sui redditi di lavoro autonomo e sulle provvigioni.
Consulta la circolare
08/04/2020

Circolare Tematica - Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali

A cura di Amedeo Cesaro Nella circolare di Studio si forniscono i provvedimenti attuativi e alcuni chiarimenti ufficiali circa la detrazione Irpef del 19% in relazione alle spese per la frequenza di corsi di istruzione sia presso Università statali che presso Università non statali.
Consulta la circolare
02/04/2020

CORONAVIRUS - Convenzione ABI - associazioni datoriali e organizzazioni sindacali dei lavoratori – Cassa integrazione anticipata dalle banche

Nella Circolare di Studio si approfondisce la convenzione stipulata dall’ABI con le associazioni datoriali e le organizzazioni sindacali dei lavoratori he prevede che la “Cassa integrazione ordinaria” e la “Cassa integrazione in deroga” possano essere anticipate direttamente dagli istituti bancari, per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19 di cui agli articoli da 19 a 22 del decreto “Cura Italia” (D.L. n. 18/2020).
Consulta la circolare
01/04/2020

CORONAVIRUS - Sospensione dei termini per i versamenti fiscali e contributivi - Chiarimenti ufficiali

Nella Circolare di Studio si analizzano i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate e dall'INPS,  a seguito dell'entrata in vigore del DL “Cura Italia”, con riferimento alla sospensione dei termini di effettuazione dei versamenti fiscali e contributivi.
Consulta la circolare
30/03/2020

CORONAVIRUS - Decreto Cura Italia - Altre misure di sostegno a carattere finanziario

Nella Circolare di Studio si analizzano le ulteriori, rispetto a quelle già oggetto delle precedenti Circolari, misure di sostegno a carattere finanziario disposte dal DL “Cura Italia” tra le quali: i) Misure di sostegno finanziario alle micro, piccole e medie imprese e ai lavoratori autonomi; ii) Potenziamento del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI; iii) Supporto alle imprese che hanno sofferto una riduzione del fatturato mediante meccanismi di garanzia; iv) Incentivi per le imprese che producono dispositivi medici e/o di protezione individuale; v) Misure per il settore agricolo e molte altre.
Consulta la circolare
27/03/2020

CORONAVIRUS - Decreto Cura Italia - Altre misure di carattere fiscale

Nella circolare si analizzano altre misure di carattere fiscale contenute nel DL "Cura Italia" diverse dalle disposizioni riguardanti la sospensione dei versamenti, degli altri adempimenti fiscali e delle attività di liquidazione, controllo etc.. oggetto di precedenti circolari.
Consulta la circolare
26/03/2020

CORONAVIRUS - Decreto Cura Italia - Misure in tema di lavoro

A cura di Amedeo Cesaro Il Governo nel DL "Cura Italia" ha emanato numerosi provvedimenti che riguardano l'ambito lavoristico e previdenziale; tra quelli di maggior interesse si segnalano: i) un ampliamento dell’accesso agli ammortizzatori sociali e alle misure di sostegno al reddito; ii) l’erogazione di una serie di indennità per lavoratori dipendenti di alcuni settori, autonomi, collaboratori e professionisti; iii) l’equiparazione del periodo di quarantena alla malattia; iv) la proroga dei termini per la presentazione delle domande di disoccupazione NASPI, DIS-COLL e disoccupazione agricola; v) la previsione di un congedo speciale o, in alternativa, la fruizione di un bonus baby sitting; vi) il divieto di licenziamento collettivo o per giustificato motivo oggettivo; vii) la sospensione dei termini per l’accesso alle prestazioni INAIL.
Consulta la circolare
26/03/2020

CORONAVIRUS - Sospensione del pagamento di atti impositivi

A cura di Amedeo Cesaro Con il DL "Cura Italia" sono stati sospesi i termini relativi: i) alle attività di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso da parte degli enti impositori; ii) all’attività di consulenza dell’Agenzia delle Entrate e di accesso agli atti. L’Agenzia delle Entrate, con le circ. 20.3.2020 n. 4, 20.3.2020 n. 5 e 23.3.2020 n. 6, ha fornito i primi chiarimenti al riguardo e che troverete dettagliati nella Circolare dello Studio.
Consulta la circolare
26/03/2020

CORONAVIRUS -MISE Attività produttive e del commercio NON SOSPESE

Il Ministero dello Sviluppo Economico, in data 25 marzo 2020, ha emesso il Decreto, che troverete allegato alla presente, contenente l’aggiornamento delle attività produttive e del commercio al dettaglio da considerarsi, al momento, essenziali e quindi NON SOSPESE.
Leggi il Decreto
25/03/2020

CORONAVIRUS - Proroga dei termini per l’approvazione dei bilanci 2019 e conseguente differimento dei termini di versamento imposte dirette/IRAP – Altre conseguenze in materia di bilancio

A cura di Amedeo Cesaro Con il DL “Cura Italia sono stati: i) prorogati i termini entro i quali è possibile approvare il bilancio d’esercizio 2019; il rinvio dell’approvazione del bilancio può comportare il differimento dei termini di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 delle imposte dirette e dell’IRAP; ii) adottati alcuni accorgimenti tesi a facilitare il concreto svolgimento delle assemblee, a prescindere dall’argomento posto all’ordine del giorno. Inoltre, la diffusione del Coronavirus produce effetti rilevanti anche ai fini della predisposizione, attualmente in corso, dei bilanci relativi all’esercizio 2019. Le principali problematiche conseguenti a tale diffusione attengono, in particolare: i) ai fatti successivi alla chiusura dell’esercizio; ii) all’informativa da fornire nella Nota integrativa e nella Relazione sulla gestione; iii) alla continuità aziendale.
Consulta la circolare
23/03/2020

CORONAVIRUS - Mancanza di liquidità e sussistenza della continuità aziendale, cosa fare?

Assonime, con lettera odierna indirizzata al Governo, segnala che se la crisi di liquidità non viene affrontata con misure adeguate, può generare un rischio concreto di fallimenti in grado di minare la capacità produttiva del Paese e la stabilità del sistema finanziario. Sul tema, si segnala peraltro l’intervento di Accountancy Europe “Coronavirus crisis: implications on reporting and auditing “, che approfondisce la tematica della sussistenza della continuità aziendale nel contesto attuale. Di tali tematiche è stato fatto ampio approfondimento all’interno del nostro paper, delineando anche alcune azioni da porre in essere.
Leggi la lettera indirizzata al Governo
18/03/2020

CORONAVIRUS - Sospensione di adempimenti termini e versamenti tributari a seguito dell'entrata in vigore del Decreto "Cura Italia"

Il D.L. 17/03/20 n. 18 c.d. “Cura Italia", entrato oggi in vigore, ha confermato la proroga alla generalità dei contribuenti al 20 marzo 2020 per tutti i versamenti in scadenza il 16/03/20 da effettuare nei confronti delle pubbliche amministrazioni, inclusi quelli contributivi previdenziali ed assistenziali ed i premi per l’assicurazione obbligatoria, il testo definitivo del Decreto riproduce quanto già segnalatovi ieri nella nostra Circolare Monotematica ed è stata solamente ampliata la categoria dei soggetti ai quali spettano specifiche sospensioni. Clicca qui
18/03/2020

CORONAVIRUS - Decreto “Cura Italia” - 60 giorni in più per l’approvazione dei bilanci

A cura di Amedeo Cesaro Per effetto dell’art. 106 del Decreto “Cura Italia”, è concesso più tempo per l’approvazione dei bilanci. Il nuovo termine è di 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale e non più di 120 giorni, in deroga agli artt. 2364 e 2478-bis c.c.. Ciò permette alle società (srl o spa) di avere 60 giorni in più per l’approvazione dei bilanci e di convocare l’assemblea ordinaria per l’approvazione degli stessi entro il 28 giugno 2020. Provvedimento atteso e quanto mai utile nelle circostanze attuali.
17/03/2020

CORONAVIRUS - Il "Decreto cura Italia" è entrato in vigore

Con la firma del Presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (Anno 161° n. 70 del 17 marzo 2020) il D.L. 17 marzo 2020 n. 18, cd "Decreto cura Italia", è entrato in vigore.
Leggi la Gazzetta Ufficiale
17/03/2020

CORONAVIRUS - Sospensione di adempimenti termini e versamenti tributari - Prime indicazioni

La bozza di decreto salva-economia, non ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (e quindi non ancora in vigore), agli art. 57 e 58 dispone una serie di sospensioni relative ai termini di pagamento in favore dei soggetti (persone fisiche e non) localizzate sull’intero territorio nazionale. Nella circolare di studio troverete una prima sintesi delle principali misure di carattere fiscale che ricordiamo, sono basate sulla Bozza del Decreto, che è intervenuto su quanto parzialmente previsto dal precedente Decreto Legge n.9.
Leggi la circolare
16/03/2020

CORONAVIRUS - Approvato il "Decreto Cura Italia"

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge "Cura Italia" che contiene le misure economiche per rispondere all'emergenza sanitaria del Coronavirus, in attesa della pubblicazione ufficiale, nella sintesi si propongono i punti rilevanti. Fonte Senato della Repubblica
Leggi la sintesi
14/03/2020

CORONAVIRUS - Protocollo sicurezza luoghi di lavoro

In data odierna è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”. Il documento contiene linee guida condivise tra le Parti sociali per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio. L’obiettivo del protocollo condiviso è fornire indicazioni operative finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro non sanitari, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia.
Leggi il protocollo
13/03/2020

CORONAVIRUS - Fisco, differimento dei versamenti del 16/03/20

L'Agenzia delle Entrate, ha dato notizia che rimodulerà le proprie attività, in base a quanto disposto dal comunicato del MEF di oggi, relativo al differimento dei versamenti del 16 marzo 2020.Leggi il comunicato stampa
13/03/2020

Circolare Tematica - Bilancio 2019 e determinazione dell’IRES e dell’IRAP

A cura di Amedeo Cesaro Per la redazione del bilancio al 31.12.2019, Vi ricordiamo che sono necessari i seguenti documenti e informazioni, che servono anche per il calcolo delle imposte IRES ed IRAP sia correnti che differite. Vi ricordiamo che: ì) il bilancio richiede la comparazione delle poste tra gli ultimi due esercizi (2019 e 2018), con la evidenziazione di eventuali poste riclassificate da un esercizio all’altro; ii) a partire dal 2016 le società che redigono il bilancio in forma ordinaria devono predisporre il Rendiconto finanziario, con evidenza dei dati comparativi dell’esercizio precedente; iii) lo statuto della società può prevedere il rinvio dei termini per la convocazione dell’assemblea per l’approvazione del bilancio (comunque non superiore a 180 gg), solo nelle ipotesi in cui la medesima società sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato, ovvero sussistano particolari esigenze connesse alla struttura e all’oggetto della società (es. dimissioni degli amministratori in prossimità del termine ordinario di convocazione dell’assemblea, ampliamento dell’organizzazione territoriale della società a cui non corrisponda ancora un adeguamento della struttura amministrativa).
Consulta la circolare
13/03/2020

CORONAVIRUS - INPS Stop ai versamenti

Anche l'INPS ha pubblicato la circolare n. 37 nella quale fornisce indicazioni circa l’ambito applicativo del D.L. 9/2020, che ha disposto la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Vengono, altresì, fornite le istruzioni operative inerenti agli adempimenti e agli obblighi previdenziali in relazione alle diverse gestioni interessate.
Leggi la circolare
13/03/2020

CORONAVIRUS Adunanze societarie a distanza: la massima 187 del Consiglio Notarile di Miano

A cura di Amedeo Cesaro Con la massima “emergenziale” n. 187 del Consiglio Notarile di Milano – ad interpretazione del DPCM dell’8.3.2020 che dispone che siano «adottate, in tutti i casi possibili, nello svolgimento delle riunioni, modalità di collegamento da remoto» – è stabilito che le adunanze delle società si possono regolarmente svolgere anche se tutti i partecipanti sono collegati con mezzi di telecomunicazione, anche se presidente e segretario della riunione non si trovano nello stesso luogo (non è necessario che il segretario sia un notaio), a prescindere dalla previsione statutaria. Non è quindi un problema se lo statuto non contempla l’ipotesi di svolgimento delle assemblee mediante mezzi di telecomunicazione; nondimeno non è un problema se lo statuto afferma che, per la validità delle riunioni mediante mezzi di telecomunicazioni, è necessaria la presenza in un unico luogo del presidente e del segretario verbalizzante.
13/03/2020

CORONAVIRUS Stop ad accertamenti fiscali e verifiche

Dopo che la Guardia di Finanza, con apposita circolare, aveva già disposto la sospensione delle verifiche, dei controlli fiscali e in materia di lavoro (fatti salvi i casi di indifferibilità e urgenza), dei controlli strumentali e delle attività ispettive antiriciclaggio anche l’Agenzia delle entrate ha dato notizia delle disposizioni contenute dalla direttiva firmata dal Direttore, Ernesto Maria Ruffini, le quali prevedono lo stop alle attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario da parte degli uffici dell’Agenzia delle Entrate, “a meno che non siano in imminente scadenza (o sospesi in base a espresse previsioni normative)”.
12/03/2020

Circolare Tematica - “Milleproroghe” Principali novità

A cura di Amedeo Cesaro La presente Circolare analizza le principali novità del DL 30.12.2019 n. 162 (c.d. “milleproroghe”), come modificato in sede di conversione nella L. 28.2.2020 n. 8, nello specifico: novità in materia di organo di controllo o revisione si SRL, novità in materia di cedolare secca sulle locazioni, detrazione IRPEF per la "sistemazione a verde" (proroga al 2020), contributo per l'acquisto e la rottamazione di moto (proroga al 2020), contributo per l'acquisto di nuovi veicoli M1 (modifiche), proroga dell'adozione del sistema “UNIEMENS”  in agricoltura, proroga del termine previsto per gli obblighi di assunzione di lavoratori disabili, modifiche in materia di pignoramento immobiliare.
Consulta la circolare
12/03/2020

CORONAVIRUS Gruppo CDP SACE SIMEST nuove misure a sostegno delle imprese

La Cassa Depositi e Prestiti ha varato una serie di iniziative  in favore delle imprese che si affiancano e modificano quelle già emesse nei  giorni scorsi; si tratta di misure volte a sostenere le imprese nazionali per favorire l’accesso al credito, l’export e l’internazionalizzazione. Nella situazione di stallo economico creatasi per effetto dell’emergenza Coronavirus si attendono ora le misure del governo, che sono state preannunciate per venerdì 13 marzo.
Leggi il comunicato
05/03/2020

Circolare Tematica - c.d. “bonus facciate” - Chiarimenti della circ. Agenzia delle Entrate 14.2.2020 n. 2

A cura di Amedeo Cesaro La legge di bilancio 2020 ha previsto una detrazione fiscale per gli interventi sulle facciate degli immobili (c.d. “bonus facciate”), che si va ad aggiungere a quelle preesistenti relative agli interventi di recupero (artt. 16-bis del TUIR e 16 del DL 63/2013) e di riqualificazione energetica degli edifici (artt. 1 co. 344 - 349 della L. 296/2006 e 14 del DL 63/2013). La nuova disciplina è stata oggetto di analisi e chiarimenti da parte della circ. Agenzia delle Entrate 14.2.2020 n. 2 e della guida Agenzia delle Entrate febbraio 2020 che troverete nella circolare dello Studio.
Consulta la circolare
03/03/2020

È domicilio fiscale in dichiarazione che individua l’Ufficio competente all’emissione dell’avviso

A cura di Amedeo Cesaro Con la sentenza n. 4412/2020, la Corte di Cassazione ha affermato che l’Amministrazione Finanziaria legittimata a procedere all’attività accertativa o alla liquidazione e iscrizione al ruolo è individuata dal domicilio fiscale indicato nella dichiarazione dei redditi dal contribuente, a norma dell’art. 31 co. 2 del DPR 600/73. La Suprema Corte ritiene che, l’eventuale variazione dell’indirizzo comunicata nella dichiarazione annuale dei redditi, «costituisce atto idoneo a rendere noto all’Amministrazione il nuovo domicilio non solo ai fini delle notificazioni, ma anche ai fini della legittimazione a procedere, che spetta all’ufficio nella cui circoscrizione il contribuente ha indicato il nuovo domicilio».
26/02/2020

Fallimento della società scissa

A cura di Viviana Rotella Con la sentenza n. 4737/2020, la Corte di Cassazione ha affermato l’assoggettabilità a fallimento della società scissa, in seguito ad una scissione totale. Tale operazione, che non realizza una mera vicenda modificativa, ma una vera disaggregazione, comporta la terzietà delle società beneficiarie rispetto a quella scissa. In assenza di responsabilità della scissa, infatti, potrebbe verificarsi il caso di debiti, la cui destinazione non è desumibile dal progetto, per i quali nessuno venga più a rispondere illimitatamente.
25/02/2020

Circolare Tematica - Certificazione Unica 2020 - Invio all’Agenzia delle Entrate e consegna al contribuente

A cura di Amedeo Cesaro L’Agenzia delle Entrate ha approvato i modelli di “Certificazione Unica 2020” relativi all’anno 2019, unitamente alle relative istruzioni di compilazione e alle informazioni per il contribuente, che il sostituto d’imposta deve: i) trasmettere in via telematica all’A.d.E. entro il 9.3.2020 utilizzando il modello “ordinario”, al fine di acquisire i dati per la precompilazione, da parte della stessa Agenzia, dei modelli 730/2020 e REDDITI PF 2020 e in funzione sostitutiva della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770/2020); ii) utilizzare per consegnare la certificazione al soggetto sostituito, percettore del reddito, entro il 31.3.2020, utilizzando il modello “sintetico”, che contiene un numero di informazioni inferiore rispetto al modello “ordinario”. Nella circolare si riepilogano i principali aspetti relativi alla “Certificazione Unica 2020”.
Consulta la circolare
24/02/2020

Non abusive le scissioni asimmetriche di beni immobili (risp. interpello n. 72/2020)

A cura di Matteo Tambalo La risposta interpello Agenzia delle Entrate 21.2.2020 n. 72 ha confermato che non integra i presupposti per l'abuso del diritto ai sensi dell'art. 10-bis della L. 212/2000 la scissione asimmetrica ex art. 173 del TUIR attraverso cui due o più soci si dividono indirettamente beni immobili mediante la costituzione di società unipersonali riconducibili ai soci medesimi, definendo "fisiologica" una operazione di scissione asimmetrica di tal genere, utile in occasione di contrasti fra soci, e considerandola uno strumento mediante il quale dividere i percorsi tra soci aventi diversi interessi ed orizzonti imprenditoriali.
19/02/2020

Contratto d’affitto d’azienda: necessaria un’organizzazione preesistente alla cessione

A cura di Amedeo Cesaro Con la pronuncia n. 3888 del 17.2.2020, la Corte di Cassazione ha stabilito che affinché un contratto, comprendente la cessione del godimento di un bene immobile, possa configurarsi come contratto d’affitto d’azienda e non come contratto di locazione, è necessario che: 1) l’organizzazione del complesso di beni per l’esercizio d’impresa deve preesistere al contratto, in quanto l’organizzazione di beni in forma di azienda deve essere già tale al momento della concessione in godimento ai terzi; 2) sia identificabile la volontà di trasferire un complesso di beni organizzato e non solo il bene immobile, in quanto l’immobile deve appartenere ad un ampio complesso di beni patrimoniali «legati tra loro da un vincolo di interdipendenza e complementarietà per il conseguimento di un determinato fine produttivo».
19/02/2020

Lo studio associato è legittimato ad agire per i crediti del singolo professionista

A cura di Alessandro Dalla Sega Con ordinanza n. 3850 del 17.2.2020 la Cassazione ha dato continuità all’orientamento secondo cui l’ordinamento interno dello studio associato è regolato dagli accordi tra gli stessi associati, che possono scegliere di attribuirgli la legittimazione a stipulare contratti e ad acquisire la titolarità dei rapporti con la clientela, la cui realizzazione è poi affidata ai singoli professionisti. Pertanto, lo studio associato è legittimato ad agire per recuperare i crediti maturati dal singolo professionista.
18/02/2020

Circolare Tematica - “Brexit” – Principali effetti – Regime transitorio

A cura di Amedeo Cesaro In data 29.1.20 il Parlamento europeo ha ratificato il testo dell’accordo di recesso del Regno Unito dall’UE; gli elementi essenziali sono: i) la previsione di un periodo transitorio dal 1.2.20 al 31.12.20, durante il quale rimangono vigenti nei confronti del Regno Unito le disposizioni dell’UE, come se fosse ancora uno Stato membro; ii) l’uscita effettiva del Regno Unito dal territorio doganale e fiscale dell’UE a decorrere dall’1.1.21. Una possibile proroga del periodo di transizione dovrà essere assunta congiuntamente dall’UE e dal Regno Unito entro il 30.6.20. Il comunicato stampa del MEF 31.1.20 n.19 ha escluso l’applicazione delle norme contenute nella L. 41/19 che in determinati casi potevano prolungare ai 18 mesi successivi l’applicazione delle disposizioni fiscali di natura comunitaria dopo il recesso del Regno Unito dall’UE, in quanto presupponevano un recesso in assenza di accordo.
Consulta la circolare
14/02/2020

Circolare Tematica - Nuova disciplina sul versamento delle ritenute nei contratti di appalto e d’opera – Chiarimenti della circ. Agenzia delle Entrate 12.2.2020 n. 1

A cura di Amedeo Cesaro Con la circ. 12.2.2020 n. 1, l’Agenzia delle Entrate ha analizzato sistematicamente la nuova disciplina sul versamento delle ritenute nei contratti di appalto e d’opera fornendo ulteriori importanti chiarimenti. Nella circolare si riepiloga la disciplina in esame, alla luce dei chiarimenti forniti.
Consulta la circolare
13/02/2020

Circolare Tematica - Nuova disciplina sul versamento delle ritenute nei contratti di appalto e d’opera – Primi chiarimenti e certificato per la disapplicazione della norma

A cura di Amedeo Cesaro Il “decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020” ha introdotto l’art. 17bis che prevede nuovi obblighi per il versamento delle ritenute fiscali (IRPEF e relative addizionali) sui redditi di lavoro dipendente e assimilati dei lavoratori impiegati nell’esecuzione di un’opera o di un servizio, in relazione ai committenti sostituti d’imposta e residenti in Italia ai fini delle imposte dirette, che affidano a un’impresa appaltatrice, affidataria o subappaltatrice l’esecuzione di una o più opere o di uno o più servizi per un importo complessivo annuo superiore a 200.000,00 euro, attraverso “contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati dal prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o a esso riconducibili in qualunque forma”. Per rientrare nell’ambito applicativo della disposizione devono coesistere: i) sia il limite economico (importo annuo complessivo dell’opera o delle opere e del servizio o dei servizi commissionati superiore a 200.000,00 euro annui); ii) sia quello relativo all’esecuzione, caratterizzato dalla prevalenza dell’utilizzo della manodopera presso le sedi del committente con l’utilizzo di beni strumentali di quest’ultimo o ad esso riconducibili.
Consulta la circolare
07/02/2020

Divisione ereditaria a fiscalità “fissa” in assenza di conguagli

A cura di Matteo Tambalo Come precisato dall'A.d.E. (risposta n. 30/E del 6.02.2020) l’atto di divisione ereditaria, che non dà luogo a conguagli, sconta il registro dell’1% e le ipocatastali fisse, poiché, quando il valore di beni e  diritti corrisponde alle quote spettanti agli eredi, non trattasi di atto traslativo. Al contrario, se la divisione realizza un’assegnazione di beni o diritti, per ciascun condividente, di valore eccedente quello spettante secondo la quota di diritto, si tratta di un atto traslativo, per cui l’atto si considera vendita per l’eccedenza, da tassare con le aliquote previste per i trasferimenti mobiliari e immobiliari.
04/02/2020

Circolare Monotematica - Semplificazioni in materia di dichiarazioni di intento

A cura di Amedeo Cesaro L’art. 12-septies del c.d. Decreto crescita prevede alcune semplificazioni in materia di dichiarazioni di intento ed un inasprimento del relativo regime sanzionatorio. Tale disposizione ha modificato l’art. 1, comma 1, lettera c), D.L. 746/1983, eliminando, da un lato, l’onere di inviare una copia della “dichiarazione, unitamente alla ricevuta di presentazione rilasciata dall'Agenzia delle entrate...al fornitore o prestatore, ovvero in dogana” ed introducendo, dall’altro, l’obbligo di riportare “gli estremi del protocollo di ricezione della dichiarazione…nelle fatture emesse in base ad essa, ovvero…nella dichiarazione doganale”.
Consulta la circolare
04/02/2020

Ammissibilità dell’azione revocatoria della scissione societaria

A cura di Viviana Rotella Con la sent. C-394/2018, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che la direttiva 82/891/CEE del Consiglio non impedisce ai creditori della società scissa, i cui diritti siano anteriori alla realizzazione di un’operazione di scissione e che non abbiano fatto uso degli strumenti di tutela di cui agli artt. 2503 c.c. e ss, di intentare un’azione revocatoria, al fine di far dichiarare la scissione inefficace nei loro confronti, e di proporre le conseguenti azioni sui beni trasferiti alla società di nuova costituzione.
03/02/2020

Concordato misto e disciplina applicabile: la Cassazione nega il cd. “criterio della prevalenza”

A cura di Alessandro Dalla Sega Con la pronuncia del 15.01.2020, n. 734, la Cassazione ha superato i diversi orientamenti sulla disciplina applicabile al concordato misto ed ha affermato che esso rimane regolato nella sua interezza (salvi i casi di abuso) dalla disciplina speciale prevista per il concordato in continuità. A parere della Suprema Corte tale dato normativo non evoca alcun rapporto di prevalenza fra le porzioni di beni a cui sia assegnato una diversa destinazione, ma una valutazione di idoneità dei beni sottratti alla liquidazione ad essere organizzati in funzione della continuazione della pregressa attività di impresa e ad assicurare il miglior soddisfacimento dei creditori.
31/01/2020

La rinuncia dei soci al credito è “incasso giuridico”

A cura di Fabio Librandi La Corte di Cassazione, con sentenza n. 2057 depositata il 30 gennaio 2020, pronunciandosi sul caso di una fondazione che nel 2019 aveva rinunciato al credito relativo ad interessi maturati su finanziamenti erogati nei confronti di una società partecipata, è ritornata sul tema del trattamento fiscale cui assoggettare i crediti dei soci in caso di rinuncia, confermando l’orientamento dell’ ”incasso giuridico”.
27/01/2020

Circolare Monotematica - Detrazione IRPEF - Modalità di pagamento tracciabile e spese escluse dalla tracciabilità

A cura di Amedeo Cesaro A decorrere dall’1.1.2020, al fine di beneficiare della detrazione IRPEF del 19% nella dichiarazione dei redditi (sono escluse le detrazioni con percentuali diverse), la legge di bilancio ha previsto l’obbligo di effettuare il pagamento degli oneri indicati all’art. 15 del TUIR, ed in altre disposizioni normative, mediante i c.d. sistemi tracciabili. Nella circolare si riepilogano brevemente i principali oneri sostenuti dal contribuente ed indicati dall’art. 15 del TUIR che danno diritto alla detrazione di un importo pari al 19% dall’imposta lorda.
Consulta la circolare
24/01/2020

Piccole difformità edilizie: condono alla Veneta

A cura di Amedeo Cesaro Il Consiglio Regionale Veneto ha approvato la L. 50/19 che prevede la sanatoria di piccoli vizi per le case costruite ante 1977. La norma riguarda il 65-70% degli edifici e consente, con il pagamento di una sanzione, di regolarizzare le piccole difformità edilizie ossia quelle che determinano un aumento fino ad 1/5 del volume/superfice, un diverso utilizzo dei vani o modifiche non sostanziali della localizzazione sull’area di pertinenza che non rilevano in termini di superfici/volume e che non siano modificative dell’aspetto complessivo. Approvata anche la sanatoria sulla trasformazione di sottotetti – utilizzabili solo come ripostigli/depositi – in vani abitabili.
23/01/2020

Circolare Tematica - Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità dall'1.1.2020

A cura di Amedeo Cesaro A decorrere dall’1.1.2020, la generalità dei soggetti passivi IVA che effettuano operazioni per le quali è previsto l’esonero dalla fatturazione è tenuta alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri ai sensi dell’art. 2 co. 1 del DLgs. 127/2015. Specifiche ipotesi di esonero sono previste per effetto del DM 10.5.2019.
Consulta la circolare
21/01/2020

L’ampliamento del catalogo dei reati presupposto

A cura di Fabio Librandi Il Decreto fiscale ha introdotto nel D. Lgs 231/2001 (responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche) un nuovo art. 25-quinquiesdecies. Mentre la versione originaria del suddetto articolo prevedeva tra i reati presupposto la sola dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 2 D. Lgs 74/2000), la nuova versione prevede anche: -) dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici (art. 3 D. Lgs 74/2000); -) emissione di fatture per operazioni inesistenti (art. 8 D. Lgs 74/2000); -) occultamento o distruzione di documenti contabili (art. 10 D. Lgs 74/2000); -) sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte (art. 11 D. Lgs 74/2000).
15/01/2020

Circolare Tematica - Legge di bilancio 2020 - Principali novità

A cura di Amedeo Cesaro Con la L. 27.12.2019 n. 160 è stata emanata la “legge di bilancio 2020” in vigore dall’1.1.2020. Nella circolare di studio si riepilogano le principali novità in materia fiscale e agevolativa nonchè in materia di lavoro e previdenza.
Consulta la circolare
14/01/2020

Privilegio dei professionisti e dei prestatori d’opera e IVA di rivalsa

A cura di Viviana Rotella La Corte Costituzionale con sent.n.1/3.1.2020 ha stabilito che: a) i «professionisti» e «ogni altro prestatore d'opera», intellettuale o no, di cui all’art. 2751bis, n.2), c.c. beneficiano tutti della estensione del privilegio mobiliare al credito per rivalsa IVA, operata dall’art.1, co. 474, L. n. 205/2017; b) è infondata la denunciata disparità di trattamento rispetto alle altre categorie di cui all’art. 2751bis c.c., la cui rivalsa dell'IVA è assistita da privilegio generale ex artt. 2758, co. 2, e 2772, co.2, c.c.
09/01/2020

Circolare Tematica - c.d. “decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020” - Principali novità

A cura di Amedeo Cesaro Il DL 26.10.2019 n. 124 (c.d. “decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020” è stato convertito nella L. 19.12.2019 n. 157 (pubblicata sulla G.U. 24.12.2019 n. 301), prevedendo numerose novità rispetto al testo originario. Il DL 124/2019 è entrato in vigore il 27.10.2019, mentre la L.157/2019 è entrata in vigore il 25.12.2019. Tuttavia, per numerose disposizioni sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare si analizzano le principali novità contenute nel DL 124/2019 convertito.
Consulta la circolare
27/12/2019

Circolare Tematica - Numero di identificazione IVA nelle cessioni intracomunitarie – Cessioni a catena – Regime di call-off stock – Novità dall’1.1.2020

A cura di Amedeo Cesaro La direttiva 2018/1910/UE ha modificato la direttiva 2006/112/CE in tema di IVA prevedendo una nuova disciplina per quanto concerne la rilevanza del numero di identificazione IVA nelle cessioni intracomunitarie, nonché per le operazioni di cessioni a catena e call-off stock. In aggiunta alle disposizioni primarie inserite nella direttiva 2006/112/CE sono poi stati emanati il Regolamento UE 4.12.2018 n. 1912, contenente disposizioni volte alla modifica del Regolamento UE 15.3.2011 n. 282 in tema di tenuta del registro delle movimentazioni di beni in regime di call-off stock, ed il Regolamento UE 4.12.2018 n. 1909, che modifica il Regolamento UE 7.10.2010 n. 904 per quanto riguarda lo scambio di informazioni ai fini del monitoraggio della corretta applicazione del regime del call-off stock. La nuova disciplina, prevista dalla direttiva 2018/1910/UE e dai citati Regolamenti, diviene efficace a decorrere dall’1.1.2020. Tuttavia, attualmente, le citate disposizioni non risultano ancora recepite a livello nazionale.
Consulta la circolare
27/12/2019

Circolare Monotematica - Le nuove misure a tutela della proprietà industriale delle PMI

A cura di Amedeo Cesaro Il Decreto MISE del 18.10.2019 ha rifinanziato tre misure relative alla concessione di contributi a fondo perduto alle MPMI, in ambito di proprietà industriale, in grado di garantire contributi minimidell’80% a fondo perduto.
Nel dettaglio, sono state emesse le seguenti misure: i) Bando Brevetti+ per la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sul mercato nazionale ed internazionale (Allegato A); Bando Disegni+4 per progetti di valorizzazione di disegni/
modelli registrati (Allegato B); Bando Marchi+3 per la registrazione e tutela di Marchi a livello UE e Mondo (Allegato C).Si precisa che, ognuna delle misure sopracitate ha caratteristiche, tempi e modalità di presentazione diverse, sinteticamente descritte nelle schede allegate alla circolare.
Consulta la circolare
18/12/2019

Circolare Tematica - Prova delle cessioni intracomunitarie – Novità dall’1.1.2020

A cura di Amedeo Cesaro La direttiva 2018/1910/UE ha modificato la direttiva 2006/112/CE in materia di IVA, prevedendo una nuova disciplina per le cessioni intracomunitarie. In ragione di ciò, il Regolamento UE 4.12.2018 n. 1912, modificando il Regolamento UE 15.3.2011 n. 282, ha introdotto specifiche presunzioni relative all’effettuazione delle anzidette cessioni intra-comunitarie. La nuova disciplina, prevista dalla direttiva 2018/1910/UE e dal Regolamento UE 282/2011, diviene efficace a decorrere dall’1.1.2020.
Consulta la circolare
13/12/2019

Circolare Tematica - Precompilazione delle dichiarazioni dei redditi – Invio all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle spese sanitarie – Estensione dei soggetti obbligati

A cura di Amedeo Cesaro Al fine di acquisire i dati necessari alla precompilazione delle dichiarazioni dei redditi (modelli 730 e UNICO PF), l’art. 3 del DLgs. 21.11.2014 n. 175 ha previsto l’obbligo di comunicare in via telematica all’AdE i dati relativi alle spese sanitarie: i) sostenute dalle persone fisiche presso determinati soggetti; ii) mediante il Sistema tessera sanitaria, gestito dal MEF - Ragioneria Generale dello Stato. In attuazione di tale disposizione, con il DM 22.11.2019, pubblicato sulla G.U. 4.12.2019 n. 284, sono stati individuati nuovi esercenti professioni sanitarie obbligati all’invio al Sistema tessera sanitaria dei dati delle spese sanitarie da utilizzare per la precompilazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche (modello 730 e modello REDDITI PF).
Consulta la circolare
09/12/2019

Circolare Tematica - Riforma del Terzo settore - Adeguamento degli atti costitutivi e degli statuti al codice del Terzo settore

A cura di Amedeo Cesaro Il DLgs. 3.7.2017 n. 117 (codice del Terzo settore) ha istituito, nell’ambito del settore non profit, il c.d. “Terzo settore”. Il codice individua i soggetti e le condizioni necessarie per rientrare in questa nuova categoria, delineando in modo specifico i vincoli “civilistici” che detti enti devono rispettare, nonché la disciplina fiscale relativa. L’adesione al Terzo settore è, in linea di principio, facoltativa per gli enti individuati. L’accesso presuppone: i) da un lato, il rispetto delle disposizioni di natura “civilistica” contenute nel DLgs. 117/2017 (es. contenuto dell’atto costitutivo, regole su amministrazione, controllo e revisione); ii) dall’altro, l’iscrizione nell’istituendo Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS).
Consulta la circolare
09/12/2019

Gli effetti sull’ente impositore del giudicato intervenuto tra Agente della riscossione e il contribuente

A cura di Fabio Librandi La Cassazione, con l’ordinanza n. 31476, del 3 dicembre 2019, ha precisato che il giudicato formatosi in un processo tra il contribuente e l’Agente della riscossione produce i suoi effetti anche nei confronti dell’Agenzia, nonostante quest’ultima non abbia partecipato al relativo giudizio. Non si configura, infatti, un’ipotesi di litisconsorzio necessario essendo rimessa alla sola volontà del concessionario, evocato in giudizio, la facoltà di chiamare in causa l'ente creditore.
06/12/2019

Circolare Tematica - Il regime fiscale degli omaggi – Imposte sui redditi, IRAP e IVA

A cura di Amedeo Cesaro La concessione di omaggi da parte delle imprese e degli esercenti arti e professioni rappresenta un fatto usuale, in special modo in occasione di festività e ricorrenze. Nella circolare di studio troverete riepilogati i principali aspetti del regime fiscale di tali cessioni nell’ambito delle imposte sui redditi, dell’IRAP e dell’IVA.
Consulta la cicolare
02/12/2019

La donazione di immobile sito in Italia a favore di soggetto non residente sconta l’imposta sulle donazioni ma beneficia, ricorrendone i presupposti, delle agevolazioni “prima casa” (risp. interpello 464/2019)

A cura di Matteo Tambalo Nella risp. interpello 464/19 l'A.d.E. precisa che la donazione di immobili siti in Italia da parte di soggetti residenti a favore di soggetto non residente sconta l’imposta sulle donazioni poiché essa è dovuta per tutti i trasferimenti di beni esistenti in Italia o all'estero se il donante risiede in Italia. Inoltre sono dovute le imposte ipocatastali (2% e 1%) a meno che il donatario non possieda le condizioni "prima casa", tenuto conto che per l’italiano all'estero (iscritto all'AIRE) l'agevolazione spetta a prescindere dallo spostamento della residenza purché l'immobile sia acquistato come prima casa in Italia
29/11/2019

Circolare Monotematica - Le nuove regole per la presentazione dei Modelli F24

A cura di Amedeo Cesaro Il DL n. 124/2019 del 26 ottobre 2019 (c.d. “Collegato Fiscale”), recante «Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili» è, tra gli altri provvedimenti, intervenuto sulle modalità di presentazione dei modelli F24 caratterizzati da compensazioni, ampliando i casi in cui è obbligatorio utilizzare i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (canali Entratel e Fisconline), nonché la platea dei soggetti tenuti a tale nuovo obbligo.
Consulta la cicolare
29/11/2019

AccountancyAge 2019 Ranking - JPA INTERNATIONAL

Siamo lieti di annunciare che JPA International, di cui lo Studio si pregia di essere membro nonché socio fondatore, conferma la sua posizione come 20a rete internazionale nella classifica AccountancyAge per il 2019.
27/11/2019

Circolare Tematica - Nomina dell’organo di controllo e/o revisore nelle srl - Nuovi limiti - Adempimenti entro il 16.12.2019

A cura di Amedeo Cesaro Il codice della crisi ha introdotto rilevanti novità in materia di organo di controllo delle srl e cooperative, il quale diventa obbligatorio al superamento dei seguenti parametri: i) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro; ii) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro; iii) numero dei dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità. La nomina diventa obbligatoria se si superano, per due esercizi consecutivi, anche uno solo dei parametri indicati.
Consulta la circolare
22/11/2019

Patteggiamento possibile solo se il debito tributario è stato estinto

A cura di Fabio Librandi La Corte di Cassazione (Sent. n. 47287 del 21/11/2019), in materia di reati tributari, con particolare riguardo alle fattispecie di infedele ed omessa dichiarazione, ha precisato che l’accesso al rito premiale del patteggiamento, il quale prevede l’applicazione della pena concordata tra le parti, sarà possibile solo in caso di integrale pagamento del debito tributario prima dell’apertura del dibattimento.
21/11/2019

Circolare Tematica - Lotteria degli scontrini

A cura di Amedeo Cesaro A partire dal 1 gennaio prenderà avvio la c.d. “lotteria degli scontrini”: l’acquisto di beni e servizi presso commercianti al minuto consentirà di partecipare all’estrazione di premi messi in palio; la misura vuole incentivare la richiesta dei documenti di certificazione da parte dei clienti con lo scopo di ottenere un aumento del gettito dell’IVA e delle imposte dirette. La lotteria è disciplinata dall’art. 1 co. 540 - 544 della legge di bilancio 2017, come da ultimo modificato dal c.d. “decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020”, in corso di conversione in legge. La definizione dei premi è demandata ad un provvedimento, non ancora emanato, dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, le regole per l’invio telematico dei dati delle operazioni da parte degli esercenti sono state definite con il provv. AdE 31.10.19 n. 739122.
Consulta la circolare
21/11/2019

Circolare Tematica - Decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020

A cura di Amedeo Cesaro Il c.d. “decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020” è entrato in vigore il 27.10.2019 tuttavia, per numerose disposizioni, sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare si analizzano le principali novità fiscali, ad eccezione di quelle in materia di diritto penale tributario che saranno trattate separatamente, contenute nel DL 124/2019 ricordando che il decreto è in corso di conversione in legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Consulta la circolare
14/11/2019

Il Curatore può impugnare i sequestri preventivi penali sui beni del fallimento a prescindere dal momento della loro adozione

A cura di Alessandro Dalla Sega Le SS.UU superano l’orientamento giurisprudenziale per cui il Curatore può impugnare il provvedimento di sequestro preventivo solo se successivo alla dichiarazione di fallimento. La questione era così posta: "Se il curatore fallimentare sia legittimato a chiedere la revoca del sequestro preventivo a fini di confisca e ad impugnare i provvedimenti in materia cautelare reale quando il vincolo penale sia stato disposto prima della dichiarazione di fallimento"; con ordinanza n. 45936/19 è stato affermato il principio di diritto: «il curatore fallimentare è legittimato a chiedere la revoca del sequestro preventivo a fini di confisca e ad impugnare i provvedimenti in materia cautelare reale».
14/11/2019

L’obbligo di redigere il bilancio consolidato per le società di capitali di minori dimensioni

A cura di Fabio Librandi Le società di capitali che controllano un'impresa non devono redigere il bilancio consolidato qualora l’impresa controllante e le collegate non abbiano congiuntamente superato, per due esercizi consecutivi, due dei seguenti limiti: i) E. 20 mln di attivo di stato patrimoniale; ii) E. 40 mln di ricavi; iii) media dipendenti occupati durante l’esercizio di 250. Assonime, tuttavia, nel caso 7/19 precisa che le società di minori dimensioni che acquisiscono il controllo di un'altra devono redigere il bilancio consolidato alla chiusura del primo esercizio successivo all’acquisizione quando superino almeno due dei parametri di cui all’art. 27 D.Lgs. 127/91.
13/11/2019

Circolare Monotematica - Le agevolazioni fiscali per gli investimenti in start up e PMI innovative

A cura di Amedeo Cesaro Nel nostro ordinamento tributario esistono innumerevoli agevolazioni fiscali che possono essere oggetto di beneficio da parte dei contribuenti che si concretizzano, per lo più, nelle cd. deduzioni e detrazioni, ossia in risparmi d’imposta che sovente si traducono per i beneficiari in risparmi fiscali d’imposta “diluiti” in più anni e, proprio in considerazione di questo fatto, la “dilazione” fa sì che, in certi casi, la loro efficacia sembri venire a meno al contribuente. Vi sono tuttavia delle eccezioni singolari ed interessanti che permettono al contribuente di ottenere l’immediato beneficio di risparmio d’imposta, come l’agevolazione fiscale per gli investimenti in start up e PMI innovative.
Consulta la circolare
11/11/2019

Plusvalenze immobiliari: imposte in aumento del 6%

A cura di Amedeo Cesaro L’aliquota dell’imposta sostitutiva ex art. 67 del TUIR relativa alle plusvalenze realizzate a seguito di cessione a titolo oneroso di fabbricati e terreni non edificabili detenuti da non più di cinque anni potrebbe incrementare dal 20% al 26%. È questo quanto previsto dalla bozza della Legge di bilancio 2020. Difatti, in caso di cessione, il cedente che realizza la plusvalenza può chiedere al notaio che venga applicata l’imposta sostitutiva IRPEF ex art. 1 co. 496 della L. 266/2005, la quale, però, appunto, verrà innalzata di 6 punti percentuali.
05/11/2019

Crowdfunding - modifiche al Regolamento

A cura di Amedeo Cesaro Con la delibera Consob (Gazz. Uff. n. 251/2019) è stato modificato il Regolamento Crowdfunding. Questa modifica garantisce l’apertura dell’ordinamento italiano verso il crowdfunding per il finanziamento alternativo delle PMI, imprese sociali, OICR e imprese che investono in PMI. È consentito quindi l’investimento in debit crowdfunding, oltre che agli investitori professionali anche a: (i) investitori non professionali che hanno un valore di portafoglio maggiore a 250.000 euro; (ii) investitori non professionali per investimenti almeno pari a 100.000 euro; (iii) investitori non professionali che effettuano l’investimento in ambito di prestazione di servizi di gestione/consulenza di portafogli/investimenti.
In una prossima circolare i professionisti dello Studio analizzeranno le agevolazioni fiscali per gli investimenti in start up e PMI innovative, tematica strettamente connessa alla disciplina del crowdfunding.
04/11/2019

Non abusivo il conferimento di partecipazioni seguito da patto di famiglia (risp. interpello 450/2019)

A cura di Matteo Tambalo Con risposta interpello Agenzia delle Entrate n. 450/2019 è stato precisato che il conferimento da parte di una persona fisica ex art. 177 c. 2 TUIR (secondo lo schema del c.d. “realizzo controllato”) in una newco della partecipazione totalitaria detenuta in una holding, cui segua un patto di famiglia riguardante il trasferimento, in esenzione da imposta di successione e donazione ex art. 3 co. 4-ter del DLgs. 346/90, della partecipazione di controllo della newco a favore dei tre figli del conferente, non rappresenta uno schema operativo “abusivo” e si presenta legittimo in quanto consente il ricambio generazionale.
17/10/2019

Circolare Monotematica - I crediti d'imposta

A cura di Amedeo Cesaro I crediti d'imposta, intesi come strumento a sostegno per le imprese e di stimolo per determinati settori, sono numerosissimi, come altrettanto sono le funzioni ad essi assegnate dal legislatore, sebbene ogni credito d'imposta abbia le proprie regole, vi sono degli adempimenti comuni che caratterizzzano tali strumenti. Nella circolare tematica trovate l'elenco delle misure agevolative introdotte dal legislatore in tempi più o meno recenti.
Consulta la circolare
26/09/2019

Circolare Tematica - Voucher per consulenze in innovazione a PMI (c.d. “voucher manager”) - Disposizioni attuative

A cura di Amedeo Cesaro L’art. 1 co. 228, 230 e 231 della legge di bilancio 2019 ha introdotto un contributo a fondo perduto, in forma di voucher, a beneficio delle PMI, per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0, e di processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa (compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali).
Consulta la circolare
13/09/2019

Circolare Tematica - Credito d’imposta per investimenti pubblicitari 2019 – Modalità e termini di presentazione del modello

A cura di Amedeo Cesaro L’art. 57-bis del DL 24.4.2017 n. 50 ha previsto il riconoscimento di un credito d’imposta per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie su stampa, radio e televisioni. Con il DPCM 16.5.2018 n. 90 sono state emanate le disposizioni attuative di tale agevolazione. L’art. 3-bis del DL 28.6.2019 n. 59 ha modificato il citato art. 57-bis del DL 50/2017, riformulando, dal 2019, la misura agevolativa e individuando le necessarie coperture per l’applicazione dell’agevolazione “a regime”. Al fine di accedere all’agevolazione i soggetti interessati devono presentare una comunicazione mediante un apposito modello, approvato con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del CdM del 31.7.2018.
Consulta la circolare
03/09/2019

Circolare Tematica - Credito d'imposta per le edicole - Presentazione domande

A cura di Amedeo Cesaro L’art. 1 co. 806 - 809 della Legge di bilancio 2019 ha riconosciuto, per gli anni 2019 e 2020, un credito d’imposta agli esercenti attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici. Il DPCM 31.5.2019, pubblicato sulla G.U. 30.7.2019 n. 177, ha definito le disposizioni applicative di tale agevolazione.
Consulta la circolare
30/08/2019

La garanzia fideiussoria può essere escussa solo se il preliminare è ancora vigente

A cura di Paolo Cagliari Interpretando la disciplina dettata dal d.lgs. 122/2005 in materia di tutele per gli acquirenti di immobili da costruire e contrapponendosi a un precedente arresto del 2018 intervenuto in una fattispecie analoga, la Corte di cassazione, con la sentenza n. 21792 del 29 agosto 2019, ha affermato il principio per cui l’escussione della garanzia fideiussoria in caso di crisi del costruttore è possibile solo se il contratto preliminare è ancora in essere e non è stato risolto per inadempimento, ovvero non è divenuto inefficace a seguito del recesso esercitato dal promissario acquirente.
12/07/2019

Circolare Tematica - c.d. "decreto crescita" (DL 30.04.2019 n.34) Novità fiscali

A cura di Amedeo Cesaro Il c.d. "decreto crescita" è stato convertito nella L. 28.6.2019 n,58 prevedendo numerose novità rispetto al testo originario.
Nell circolare si riepilogano le novità contenute in materia fiscale.
Consulta la circolare
08/07/2019

Circolare Tematica - c.d. "decreto crescita" (DL 30.04.2019 n.34) Novità in materia di rottamazione dei ruoli

A cura di Amedeo Cesaro Per effetto delle modifiche approvate in sede di conversione del c.d. "decreto crescita" nella L. 28.6.2019 n.58 è stato prorogato dal 30.04.2019 al 31.7.2019 il termine di presentazione della domanda di rottamazione dei ruoli. Nella circolare trovedere riepilogati i tratti essenziali della rottamazione dei ruoli.
Consulta la circolare
03/07/2019

Pubblicata la Direttiva 2019/1023 sulla ristrutturazione e sull’insolvenza

A cura di Alessandro Dalla Sega  La Direttiva (UE) 2019/1023 del 20.06.2019 ha lo scopo di garantire alle imprese in difficoltà finanziarie la possibilità di accedere a quadri nazionali efficaci in materia di ristrutturazione preventiva che consentano loro di continuare a operare, di poter beneficiare di una seconda chance mediante l'esdebitazione dopo un ragionevole periodo di tempo e conseguire una maggiore efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione. Il termine per il recepimento è il 17 luglio 2021.
Leggi la Direttiva
01/07/2019

Circolare Tematica - Fatturazione elettronica - Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in ordine alle recenti novità normative

A cura di Amedeo Cesaro Con la circ. 17.6.19 n.14, l'Agenzia delle Entrate ha emanato un nuovo documento di prassi, al fine di fornire chiarimenti in merito alle novità normative che hanno interessato la fatturazione elettronica. Fra le novità più significative contenute si segnalano le precisazioni in ordine alla data da inserire nel file fattura, all'annotazione delle fatture emesse, alle modalità di inversione contabile e ai divieti esistenti nell'ambito delle prestazioni sanitarie.
Consulta la circolare
28/06/2019

Circolare Tematica - Proroga versamenti per i contribuenti che svolgono attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)

A cura di Amedeo Cesaro In sede di conversione del cd "decreto crescita" è stata disposta la proroga al 30.09.dei termini dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, IRAP e IVA: a) che scadono nel periodo dal 30.6.2019 al 30.9.2019; b) a favore dei contribuenti che svolgono attività interessate dai nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) che hanno sostituito gli studi di settore. A differenza delle proroghe degli scorsi anni l'intervento di quest'anno è più ampio poichè ricomprende tutti i versamenti che scadono del predetto periodo e non è prevista l'applicazione della maggiorazione dello 0,4%.
Consulta la circolare
28/06/2019

Sul privilegio dei crediti di SACE S.p.a.

A cura di Viviana Rotella La Cassazione civile con sent. n.2664/2019 ha chiarito che i crediti restitutori, derivanti dalle garanzie prestate da SACE S.p.a. su mutui erogati dalle banche per lo sviluppo dell'internazionalizzazione delle PMI, sono privilegiati ex art. 9, co 5, D.lgs. n. 123/1998. Lo scopo della norma è infatti quello di consentire il recupero del sacrificio sopportato dal sostegno pubblico, attraverso le varie forme di intervento, disciplinate in modo unitario dall'art. 7 D.lgs. n. 123/1998, che includono anche il rilascio di garanzie.
24/06/2019

Circolare Tematica - Proroga al 30 settembre per i versamenti dei contribuenti con attività ISA

A cura di Amedeo Cesaro Il 21 giugno la Camera ha approvato il Ddl di conversione del DL n.34/2019. Il testo normativo conferma la proroga di versamento per i contrinbuenti che svolgono attività interessate dagli ISA, i quali hanno sostituito i precedenti studi di settore; la proroga si applica anche a tutti i soggetti passivi IRES che hanno dei termini ordinari di versamento successivi al 30 giugno per effetto della data di approvazione del bilancio o del rendiconto o dalla data di chiusura del periodo d'imposta. La nuova scadenza al 30/09 riguarda anche i soggetti che partecipano a società, associazioni e imprese "trasparenti" aventi i requisiti.
Consulta la circolare
12/06/2019

In vigore le regole per gli indennizzi ai risparmiatori

A cura di Paolo Cagliari Ieri, 11 giugno 2019, è stato pubblicato in G.U. il decreto del MEF che disciplina le modalità di presentazione dell'istanza di indennizzo e di accesso al fondo istituito a favore dei risparmiatori rimasti coinvolti nel fallimento delle banche; il decreto stabilisce il contenuto dell'istanza da trasmettere alla commissione tecnica istituita per l'esame e l'ammissione delle domande di indennizzo nonchè i criteri per la liquidazione di quest'ultimi; è prevista, altresì, la creazione di una piattaforma informatica per fornire informazioni generali agli interessati.
07/06/2019

Rivisti al rialzo i parametri per la nomina di sindaci e revisori nelle Srl

A cura di Matteo Tambalo Per effetto di un emendamento al DL "Sblocca Cantieri", approvato ieri sera, si profila una modifica al rialzo dei parametri, superati i quali, scatta l'obbligo di nomina di sindaci o revisori nelle Srl; diffatti, i nuovi parametri sarebbero: 4 milioni di attivo di stato patrimoniale, 4 milioni di ricavi e 20 dipendenti. L'obbligo scatta per il superamento di almeno uno dei predetti parametri per due esercizi consecutivi.
31/05/2019

Circolare Tematica - Obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi - Riepilogo della disciplina

L'introduzione degli adempimenti di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, per la generalità dei soggetti passivi IVA che effettuano operazioni di commercio al dettaglio, è finalizzara a completare il processo di digitalizzazione dei documenti fiscali e, a garantire così, una maggiore capacità di controllo da parte dell'Amministrazione finanziaria. Detti adempimenti sostituiscono sia gli obblighi di registrazione dei corrispettivi, sia le modalità di certificazione mediante scontrino o ricevuta fiscale; l'applicazione sarà graduale e, in una prima fase, sono previste alcune operazioni che sono esonerate da tali adempimenti.
Consulta la circolare
29/05/2019

Circolare Tematica - Interventi di riqualificazione energetica sulle singole unità immobiliari - Cessione della detrazione c.d. “ecobonus” - Modalità attuative

In relazione alle spese sostenute dall'1.1.2018, le fattispecie previste dalla legge che consentono di cedere l'agevolazione spettante in seguito all'esecuzione di interventi antisismici o di riqualificazione energetica degli edifici (detrazioni IRPEF o IRES) sono tre: i) nel caso in cui siano stati eseguiti intyerventi di riqualificazione energetica; ii) nel caso in cui siano stati eseguiti interventi antisismici sulle parti comuni condominiali degli edifici ubicati nelle zone ad alta pericolosità, che danno diritto alla detrazione "maggiorata" del 75% o 85%; iii) nel caso di acquisto di unità immobiliare comprese in edifici interamente demoliti e ricostruiti dalle imprese nelle zone sismiche 1,2 e 3.
Consulta la circolare
27/05/2019

Circolare Tematica - Definizione delle irregolarità formali (art. 9 del DL 119/2018) - Riepilogo della disciplina e chiarimenti della circ. Agenzia delle Entrate 15.5.2019 n. 11

Il perfezionamento delle irregolarità formali si ha con il versamento degli importi, pari a 200 euro per tutte le violazioni commesse in ciascun periodo d'imposta, da eseguirsi in due rate di pari ammontare entro il 31.5.19 e il 2.3.2020 (con facoltà di effettuare il versamento in unica soluzione entro il 31.5.2019). Oltre a ciò è necessario rimuvere l'irregolarità o l'emissione. Dalla regolarizzazione sono escluse le violazioni contenute in atti di contestazione o irrogazioni delle sanzioni divenuti definitivi al 19.12.2018. Le modalità di attuazione sono state dettate dal provv. AdE del 15.3.19 n.62274 e ulteriori chiarimenti sono stati diramati con la circ. AdE 15.5.19 n. 11, in cui sono elencate le diverse violazioni che, secondo la versione dell'Erario, possono o meno rientrare nella definzione.
Consulta la circolare
23/05/2019

Circolare Tematica - Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) - Applicabilità in relazione al modello REDDITI 2019

L'art. 9-bis del DL 24.4.2017 n.50, conv. L.21.6.2017 n.96, ha istituito gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) per gli esercenti attività d'impresa, arti o professioni. Tali strumenti: i) verificano la normalità e la coerenza della gestione aziendale o professionale; ii) esprimono, su scala da 1 a 10, il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente. Tali indici si applicano a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31.12.2018 (ossia, per la prima volta nei modelli REDDITI 2019) e sostituiscono gli studi di settore e i parametri contabili.
Consulta la circolare
17/05/2019

Circolare Tematica - Definizione agevolata delle irregolarità formali – Agenzia delle Entrate n. 11/E del 15.05.19

Con Circolare in commento l'Agenzia ha fornito i chiarimenti per la definizione agevolata delle irregolarità formali previste dall'art. 9 del DL 23/10/2018 n.119. Tale istituto consente di regolarizzare le infrazioni, inosservanze o omissioni, di natura formale, in materia di Iva, Irap, Imposte dirette, sostitutive, ritenute alla fonte e crediti d'imposta. Trattasi, tendenzialmente, di tutte quelle violazioni per le quali il legislatore ha previsto sanzioni amministrative pecuniarie entro limiti minimi e massimi o in misura fissa, in quanto non rilevano sulla determinazione della liquidazione delle imposte.
Consulta la circolare
16/05/2019

Circolare Tematica - c.d. “decreto crescita” (DL 30.4.2019 n. 34) Altre novità

Il c.d. "decreto crescita" (DL 34/2019) è entrato in vigore l'1/5/2019, giorno successivo alla sua pubblicazione, tuttavia per numerose disposizioni sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare di studio si analizzano le novità diverse da quelle riguardanti la normativa fiscale che sono state analizzate nella precedente circolare. Si ricorda che il decreto è in corso di conversione di legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Consulta la circolare
15/05/2019

Circolare Tematica - c.d. “decreto crescita” (DL 30.4.2019 n. 34) Novità fiscali – Prima parte

Il c.d. "decreto crescita" (DL 34/2019) è entrato in vigore l'1/5/2019, giorno successivo alla sua pubblicazione, tuttavia per numerose disposizioni sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare di studio si analizzano le novità in materia fiscale ivi contenute e si ricorda che il decreto è in corso di conversione di legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Consulta la circolare
15/05/2019

Spetta al compratore dimostrare che il bene vendutogli è viziato

A cura di Paolo Cagliari Con la pronuncia n.11748 del 3 maggio 2019, le sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno stabilito che, quando viene fatta valere la garanzia dei vizi della cosa venduta, è il compratore che deve dimostrare l'esistenza di un difetto rilevante: può applicarsi il principio in base al quale, in caso di inadempimento, il creditore può limitarsi a provare la fonte del suo diritto e ad allegare la circostanza dell'inadempimento della controparte, mentre grava sul debitore la dimostrazione dell'avvenuto adempimento.
03/05/2019

Divieto di compensazione dei crediti scaduti ante fallimento e oggetto di cessione dopo l’apertura della procedura.

A cura di Alessandro Dalla Sega Con Sentenza n.9528 del 04.04.2019 la Corte di Cassazione ha affermato il principio che "il terzo in bonis non può eccepire, ex art. 56 comma 2 L.F., la compensazione tra un proprio debito verso il fallito con un credito, scaduto anteriormente alla dichiarazione di fallimento, di cui però il primo sia divenuto titolare, per atto di cessione tra vivi, dopo l'apertura del concorso"; nel caso esaminato dalla Suprema Corte una società in bonis, a fronte di un debito verso la società fallita, eccepiva in compensazione un proprio credito, scaduto anteriormente alla dichiarazione di fallimento ed acquistato mediante atto di cessione tra vivi dopo l'apertura della procedura.
03/05/2019

Patent Box: esclusione della procedura di ruling

A cura di Angelo Tiziani Con il DL crescita, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile 2019, vi è un importante novità riguardante la tematica del Patent Box. Viene infatti concessa ai contribuenti, sin dal presente periodo d'imposta, la facoltà di accedere all'opzione per il regime agevolativo senza dover passare attraverso la procedura di ruling con l'Agenzia delle Entrate. Ulteriori specifiche a tale novità verranno indicate all'interno di un provvedimento che sarà emanato, dal Direttore dell'AdE, entro 90 giorni dall'entrata in vigore del DL crescita stesso.
02/05/2019

Rimborsi ai risparmiatori truffati in arrivo

A cura di Paolo Cagliari Con la pubblicazione in GU del D.L. n. 34 del 30 aprile 2019, è stato posto un ulteriore tassello per l'erogazione degli indennizzi ai risparmiatori coinvolti nei fallimenti delle banche: è previsto, infatti, che il MEF emani un decreto che definisca i tempi per la definizione delle procedure di indennizzo, le modalità di presentazione delle domande e i piani di riparto delle risorse disponibili, nonchè le modalità operative della commissione tecnica che dovrà esaminare e ammettere le domande di indennizzo ed accertare i requisiti per la sua erogazione.
23/04/2019

L’azione di classe è legge

A cura di Paolo Cagliari Con la pubblicazione della L. 31/2019, sono stati introdotti nel c.p.c. gli artt. da 840bis a 840sexiesdecies disciplinanti la nuova azione di classe, diretta a tutelare diritti individuali omogenei. Il ricorso va indirizzato alla sezione specializzata in materia di imprese del Tribunale e può essere proposto individualmente o da organizzazioni senza scopo di lucro iscritte in un elenco istituito presso il Ministero di Giustizia. Il procedimento prevede una duplice fase di adesione degli interessati: quando l'azione viene dichiarata ammissibile e a seguito dell'emissione della sentenza finale che la accoglie. La disciplina diverrà operativa nell'aprile 2020.
16/04/2019

I soci non possono privare il liquidatore del potere-dovere di dichiarare l'insolvenza

A cura di Alessandro Dalla Sega La sentenza n.10523/2019 della Corte di Cassazione ha affermato che la decisione dei soci di srl, assunta ex art. 2479 cc, di non voler presentare domanda di autofallimento della società, non ha alcun rilievo per il liquidatore, dal momento che esso deve assumere tale decisione in piena autonomia, senza soggiacere alla determinazione adottata dai soci. Come noto i liquidatori, come gli amministratori, sono responsabili penalmente del fatto di aggravare il dissesto astenendosi dal richiedere la dichiarazione di fallimento (ex artt. 217 comma 1 e 4 e 224 del RD 267/1942).
10/04/2019

Valido il contratto preliminare anche se l’immobile è abusivo

A cura di Paolo Cagliari Dopo che le Sezioni Unite hanno stabilito la validità della vendita di immobile che presenti difformità edilizie, in quanto esista un titolo abitativo di cui venga fatta menzione nell'atto, la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 6685 del 7/3/2019, ha affermato la validità del preliminare avente per oggetto un immobile abusivo, in quanto da un lato la sanzione di nullità per mancanza di concessione edificatoria non si estende ai contratti a effetti meramente obbligatori e, dall'altro lato, prima della stipula del definitivo possono intervenire fatti idonei a eliminare la situazione di abusività.
09/04/2019

Risoluzione del leasing ante fallimento e applicabilità dell’art. 72-quater L.F.

A cura di Viviana Rotella La sentenza n.8980/2019 della Corte di Cassazione, innovando l'orietamento giurisprudenziale di legittimità consolidato, ha affermato l'applicabilità dell'art. 72-quater L.F. ai contratti di locazione finanziaria risolti prima della dichiarazione di fallimento dell'utilizzatore, con conseguente superamento del ricorso in via analogica all'art. 1526 c.c. La pronuncia si basa sulla lettura sistematica degli artt. 72-quater L.F. e 1 della L. 124/2017, che dettano una disciplina unitaria per il leasing, valida tanto per il cd. leasing di godimento quanto per quello traslativo.
08/04/2019

Ritorna il “bonus aggregazioni” per conferimenti, fusioni e scissioni

A cura di Matteo Tambalo Il DL "Crescita" prevede la reintroduzione del c.d. "bonus aggregazioni" al fine di agevolare i processi di aggregazione tra imprese. Tale bonus prevede che possano trovare gratuitamente riconoscimento fiscale i maggiori valori contabili che, per effetto di un'operazione di aggregazione attuata mediante conferimento d'azienda, fusione o scissione, vengono iscitti dall'incorporante o risultante della fusione, dal beneficiario della scissione oppure dal conferitario dell'azienda. Il riconoscimento fiscale gratuito dei maggiori valori contabili è comunque limitato ad un valore nassimo di 5 milioni di euro.
05/04/2019

L’Unione Giovani Dottori Commercialisti di Verona cambia volto

Il 27 marzo si è tenuta l'Assemblea dei soci dell'Unione Giovani Dottori Commercialisti di Verona che è stata chiamata ad eleggere il nuovo direttivo.
Complimenti ai nostri Matteo Tambalo ed Angelo Tiziani che li vede, rispettivamente, nel ruolo di Vicepresidente e Consigliere della nuova Unione.
04/04/2019

Valido il contratto anche se l’immobile presenta difformità edilizie

A cura di Paolo Cagliari Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con Sentenza n. 8230 del 22/03/2019, hanno stabilito che, in quanto esista un titolo abilitativo e di quest'ultimo siano menzionati nell'atto gli estremi, è valido il contratto avente ad oggetto un immobile affetto da difformità edilizie (ossia realizzato con variazioni rispetto a quanto previsto nel tirolo). La legge, infatti, commina la nullità del contratto solo se manca il titolo o se questo, pur esistendo, non è mensionato nell'atto. Alla mancata indicazione del titolo va, perlatro, equiparata la dichiarazione mendace o non veritiera circa la sua esistenza.
29/03/2019

Circolare Tematica - Riforma della crisi d’impresa e dell’insolvenza (DLgs. 12.1.2019 n. 14) - Novità in materia di diritto societario immediatamente operative

Troverete nella circolare le novità immediatamente operative in materia di diritto societario in particolare: i) responsabilità verso i creditori sociali nelle srl; ii) assetti organizzativi delle società;
iii) quantificazione del danno in caso di indebita prosecuzione dell'attività sociale; iv) denuncia al Tribunale nelle Srl; v) nomina obbligatoria dell'organo di controllo o del revisore legale nelle srl.
Consulta la circolare
29/03/2019

Circolare Tematica - Comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle operazioni in contanti relative al turismo straniero

Nella circolare sono specificate le modalità e termini per il 2018 nonchè le novità del 2019 relative alla comunicazione all'Agenzia delle Entrate delle operazioni relative al turismo straniero.
Consulta la circolare
22/03/2019

Circolare Tematica - Disciplina sulla trasparenza delle erogazioni pubbliche - Nuovi obblighi di informativa

La L. 4.8.2017 n.124 (legge annuale per il mercato e la concorrenza) ha introdotto, all'art. 1 co.125-129, alcune misure finalizzare ad assicurare la trasparenza nel sistema delle erogazioni pubbliche, in particolare, gli obbloghi di pubblicazione di cui al co. 125 gravano su tre insiemi di soggetti: associazioni, fondazioni e ONLUS, imprese e cooperative sociali.
Consulta la circolare
08/03/2019

Consecuzione delle procedure concorsuali e inefficacia dell’ipoteca giudiziale iscritta ante concordato

A cura di Viviana Rotella La Corte di Cassazione, con la sentenza n.6381/2019, ha affermato l'applicabilità dell'art. 168,co.3, L.F. anche nell'ipotesi di consecuzione delle procedure concorsuali. Le ipoteche giudiziali, iscritte nei 90 giorni precedenti la data di pubblicazione del ricorso per concordato preventivo nel registro delle imprese, sono inefficaci anche nei confronti dei creditori concorsuali, qualora il concordato non sia omologato e si pervenga alla dichiarazione di fallimento.
07/03/2019

RECRUITING

E' stata aggiornata la pagina "RECRUITING" del sito con le posizioni aperte.all'interno dello Studio.
06/03/2019

Circolare Tematica - Invio all’AdE dei dati relativi alle fatture, alle liquidazioni IVA, alle operazioni con l’estero e agli interventi condominiali - Proroghe

Il 27.2.19 il MEF ha reso noto che sarà emanato un DPCM contenente le proroghe dei termini, scadenti il 28.2.19 relativi alla comunicazione telematicca all'AdE dei dati riguardanti le fatture relative alla seconda metà del 2018, le liquidazioni IVA del quarto trimestre 2018 e le operazioni con l'estero; l'AdE con il provvedimento 48597/2019 ha disposto la proroga del termine del 28.2.19 per la comunicazione telematica dei dati riguardanti le spese sostenute nel 2018 per interventi: di recupero del patrimonio edilizio, di riqualificazione energetica o di arredo effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali.
Consulta la circolare
27/02/2019

Circolare Tematica - Decreto semplificazioni - conv. L. 11.2.2019 n. 12 - Principali novità

Il DL 14.12.2018 n. 135 (c.d. "decreto semplificazioni") è stato convertito nella L.11.02.2019 n. 12, prevendendo numerose novità rispetto al testo originario; nella circolare si riepilogano le principali novità contenute.
Consulta la circolare
15/02/2019

Circolare Tematica - Invio all’Agenzia delle Entrate e consegna al contribuente

L'Agenzia delle Entrate, con il provv. 15.1.19 n. 10664, ha approvato i modelli di "Certificazione Unica 2019", unitamente alle relative istruzioni di compilazione e alle informazioni per il contribuente; nella circolare si riepilogano i principali aspetti relativi alla "Certificazione Unica 2019".
Consulta la circolare
11/02/2019

Circolare Tematica - Fatturazione elettronica - Ulteriori chiarimenti - Assolvimento dell’imposta di bollo

A decorrere dal 1.1.2019 le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato italiano sono documentate esclusivamente mediante fattura elettronica utilizzando il Sistema di Interscambio (SdI); sono previste, tuttavia, alcune ipotesi di esonero o di divieto di emissione della fattura elettronica. Nel corso del mese di gennaio 2019, l'Agenzia delle Entrate ha fornito numerosi ulteriori chiarimenti in relazione al processo di fatturazione elettronica che sono riportati nella circolare di studio e raggruppati per area tematica.
Consulta la circolare
07/02/2019

Fusione: l’incorporante partecipa alla liquidazione Iva di gruppo, senza soluzione di continuità

A cura di Matteo Tambalo  L'Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 25 del 6/2/19, ha precisato che, sussistendo tutti i presupposti previsti dalla normativa Iva per la partecipazione alla liquidazione Iva di gruppo secondo il disposto dell'art. 73, comma 3 del Dpr 633/1972, da parte di tutte le società interessate, la società che per effetto di una fusione incorpora la società controllante può proseguire nella liquidazione Iva di gruppo, senza che ciò realizzi un vantaggio fiscale indebito.
07/02/2019

Circolare Tematica - Comunicazione delle operazioni transfrontaliere (c.d. “esterometro”)

A decorrere dal periodo d'imposta 2019, i soggetti passivi IVA stabiliti nel territorio dello Stato italiano sono tenuti, salvo specifiche eccezioni, a trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate, i dati relativi alle cessione di beni ed alle prestazioni di servizi che intercorrono con soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato (art.1 comma 3-bis del D.Lgs 127/15); la trasmissione telematica dei dati deve avvenire, secondo le regole definite dal provv. A.d.E. 30.4.18 n. 89757, entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di emissione o registrazione del documento.
Consulta la circolare
31/01/2019

La liquidazione del patrimonio del sovraindebitato in assenza di beni

A cura di Viviana Rotella Il Tribunale di Verona con ordinanza del 21.12.2018 ha dichiarato l'ammissibilità del procedimento di liquidazione del patrimonio di cui alla legge n.3/2012, nel caso in cui nel patrimonio del debitore non residuino beni mobili o immobili o gli stessi siano privi di valore economico (nel caso di specie il sovraindebitato aveva messo a disposizione una quota del proprio stipendio, un'autovettura e la somma di E. 2.000,00).
22/01/2019

Circolare Tematica - Recepimento della direttiva “antielusione” 2016/1164/UE (D.Lgs. 29.11.2018 n.142) Principali modifiche al TUIR e ad altre norme fiscali

Il D.lgs. 29.11.2018 n.142 ha recepito la direttiva UE 12.7.2016 n.1164 (c.d. "Anti Tax Avoidance Directive", in acronimo ATAD), modificando numerosi disposizioni fiscali nell'obiettivo di contrastare l'elusione fiscale e l'erosione della base impobibile. Le disposizioni si applicano, ove non diversamente indicato, dal perioso d'imposta successivo a quello in corso al 31.12.2018 e, quindi, dal 2019, per i soggetti con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare.
Consulta la circolare
15/01/2019

Circolare Tematica - Servizi elettronici, di telecomunicazione e di teleradiodiffusione - Novità IVA (direttiva 2017/2455/UE)

Dal 1.1.19 la direttiva del Consiglio UE n.2455/2017 modifica: i) le regole della territorialità IVA stabilite per i servizi di telecomunicazione, i servizi di teleradio-diffusione ed i servizi forniti per via elettronica (servizi TTE); ii) le modalità di fatturazione dei predetti servizi; iii) le modalità di adesione al regime speciale "MOSS". Ulteriori modifiche alla disciplina dei servizi "TTE", contenute nella direttiva 2017/2455/UE, sono previste a decorrere dal 1.1.2021. In particolare il regime speciale "MOSS" verrà esteso anche alle vendite a distanza di beni (c.d. commercio elettronico "indiretto").
Consulta la circolare
09/01/2019

Circolare Tematica - Legge di bilancio 2019 - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

A cura di Marco Bevilacqua Con la L.30.12.2018 n. 145 è stata emanata la "Legge di bilancio 2019" in vigore dal 1.1.2019; nella circolare si riepilogano le principali novità in materia di lavoro e previdenza.
Consulta la circolare
09/01/2019

Circolare Tematica - Legge di bilancio 2019 - Principali novità in materia fiscale, di bilancio e di agevolazioni

A cura di Marco Bevilacqua Con la L.30.12.2018 n. 145 è stata emanata la "Legge di bilancio 2019" in vigore dal 1.1.2019; nella circolare si riepilogano le principali novità in materia fiscale, di bilancio e di agevolazioni contenute nella stessa.
Consulta la circolare
28/12/2018

Esteso l’obbligo di certificazione per il credito R&S

A cura di Angelo Tiziani La legge di bilancio 2019 introduce un'importante novità per quanto concerne il credito d'imposta per R&S; con decorrenza afferente le spese sostenute nel 2018, anche per le società soggette alla revisione legale dei conti vi è l'obbligo di certificazione delle spese affrontate. Tale certificazione viene rilasciata dal medesimo soggetto incaricato della revisione legale dei conti.
27/12/2018

Patto di famiglia: per la Cassazione l’attribuzione che il figlio assegnatario effettua a favore dei suoi fratelli, si deve considerare come una donazione tra fratelli

A cura di Matteo Tambalo Secondo la Cassazione (Ordinanza n.32823 del 19 dicembre 2018), l'attribuzione che il figlio assegnatario dell'azienda o delle quote effettua a favore dei fratelli, quale compensazione delle loro "ragioni", deve considerarsi come una donazione tra fratelli (e non come donazione dal disponente - padre o madre - ai figli), con la conseguente applicazione dell'aliquota del 6% per il valore attribuito eccedete la franchigia di 100.000 euro per ciascuna attribuzione.
24/12/2018

Circolare Tematica - Decreto fiscale - Novità introdotte in sede di conversione L. 136-18

A cura di Marco Bevilacqua Nella circolare si analizzano le principali novità introdotte in sede di conversione del DL 119/2018.
Consulta la circolare
21/12/2018

Circolare Tematica - Fatturazione elettronica - riepilogo della disciplina

A cura di Marco Bevilacqua Nella circolare si riepiloga la disciplina relativa alla fatturazione elettronica, alla luce delle novità contenute nel DL 119/2018 convertito.
Consulta la circolare
18/12/2018

Fusione: riportabili le perdite anche con patrimonio netto ricostituito (risposta interpello Agenzia delle Entrate 17.12.2018 n. 109)

A cura di Matteo Tambalo Secondo la risposta interpello Agenzia delle Entrate 17.12.18 n.109, i versamenti soci effettuati nei 24 mesi precedenti e determinati dall'obbligo civilistico di ripianare le perdite superiori al terzo del capitale sociale non sono riconducibili all'intento elusivo di incrementare artificiosamente il patrimonio di una società oggetto di fusione, al fine di incrementare la possibilità di riportare le perdite. Considerato che l'art. 172 c7 TUIR (norma di riferimento in tema di riporto delle perdite in caso di fusione) ha finalità antielusive, l'Agenzia delle Entrate ne afferma la disapplicazione nel caso di specie.
17/12/2018

Verso l’obbligatorietà del Modello 231

A cura di Matteo Tambalo Il disegno di legge n. 726 (assegnato alla Commissione Giustizia del Senato) mira ad introdurre l'obbligatorietà del Modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001, e del relativo Organismo di Vigilanza, per tutte le società di capitali che, anche in uno solo degli ultimi tre esercizi, abbiano avuto un attivo di stato patrimoniale non inferiore a 4,4 milioni o ricavi non inferiori a 8,8 milioni.
14/12/2018

Le condizioni per essere Srl-PMI e i relativi vantaggi

A cura di Matteo Tambalo Una Srl è definibile Pmi (e conseguentemente, in base alla recente normativa, può emettere categorie di quote, offrirle al pubblico ed acquistare le proprie quote) qualora soddisfi contemporaneamente le seguenti caratteristiche: 1.abbia ad oggetto una qualsiasi attività economica, anche non commerciale e anche non di impresa; 2. occupi meno di 250 persone e abbia un fatturato annuo non superiore ai 50 milioni di euro oppure un totale di bilancio annuo non superiore ai 43 milioni di euro; 3. non appartenga a grupi di imprese il cui potere economico superi quello di una Pmi ai sensi delle raccomandazioni Ce.
13/12/2018

Accountancy Europe - Florin Toma eletto nuovo Presidente

Il 12 dicembre l'Assemblea dei membri della Accountancy Europe ha eletto all'unanimità Florin Toma quale nuovo Presidente.
Florin Toma è partner JPA International in Romania al quale vanno le nostre più sentite congratulazioni.
11/12/2018

S.r.l.-PMI: legittimo l’acquisto di quote proprie in attuazione di piani di incentivazione per dipendenti, collaboratori od amministratori

A cura di Matteo Tambalo Nelle S.r.l.-PMI è legittimo l'acquisto di quote proprie compiuto in attuazione di piani di incentivazione per dipendenti, collaboratori, amministratori o prestatori d'opera e servizi, purchè ciò avvenga nei limiti degli utili distribuibili e delle riserve disponibili. L'acquisto deve essere autorizzato dai soci o mediante clausola statutaria. Relativamente a tali quote, il diritto agli utili e di opzione sono attribuiti proporzionalmente alle altre quote, il diritto di voto è sospeso, ma le stesse sono tuttavia computate ai fini del quorum costitutivo e deliberativo. (Cfr.massima 179 Consiglio Notarile di Milano).
06/12/2018

S.r.l.: l'amministratore unico revocato non può rappresentare la società

A cura di Matteo Tambalo La delibera di revoca dell'amministratore unico di s.r.l. con contestuale nomina del nuovo amministratore è efficace a prescindere dall'iscrizione nel Registro delle imprese: conseguentemente, dal momento della sua adozione, l'amministratore revocato cessa di avere il potere di rappresentanza della società. Questo è il proncipio enunciato dalla Cassazione civile, sez. I 26 novembre 2018, n.30542.
05/12/2018

Società semplici immobiliari, legittima la scissione asimmetrica (Risposta ad interpello 91/2018)

A cura di Matteo Tambalo Non è elusiva la scissione asimmetrica di società semplici, poichè, anche al di fuori del regime di neutralità ex art. 173 del Tuir, non è applicabile alle scissioni di società semplici, non sussiste alcun vantaggio tributario indebito dall'operazione, poichè i valori fiscali dei beni delle società e delle partecipazioni dei soci non mutano; inoltre, il trasferimento dei beni da una società semplice (scissa) all'altra (beneficiaria), mediante scissione, non genera imponibile ex art.67 del Tuir (applicabile alle persone fisiche e alle società semplici). Così l'Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello 91/2018.
04/12/2018

Circolare Tematica - Il regime fiscale degli omaggi - Imposte sui redditi, IRAP e IVA

A cura di Marco Bevilacqua La concessione di omaggi da parte delle imprese e degli esercenti arti e professioni rappresenta un fatto usuale, in special modo in occasione di festività e ricorrenze. Nella circolare si riepilogano i principali aspetti del regime fiscale di tali concessioni nell'ambito delle imposte sui redditi, dell'IRAP e dell'IVA.
Leggi la circolare dello Studio
04/12/2018

Srl: legittima l’emissione di categorie di quote con diritti di controllo limitati

A cura di Matteo Tambalo Secondo la recente massima n.176, emanata dal Consiglio Notarile di Milano, è ritenuta legittima la clausola statutaria della s.r.l. PMI che preveda la limitazione od, anche l'eslusione, per una o più categorie di quote, delle facoltà di informazione e consultazione previste dall'articolo 2476, comma2, c.c. per il periodo in cui sia in essere, per obbligo di legge o per decisione dei soci, la funzione di controllo sulla gestione. Viene tuttavia precisato che non può essere tuttavia escluso il diritto alla consultazione del libro soci, ove esistente, e del libro delle decisioni dei soci.
26/11/2018

Circolare Tematica - Interventi di recupero edilizio volti al risparmio energetico - Comunicazione all’ENEA - Modalità e termini

A cura di Marco Bevilacqua In relazione agli interventi di cui all'art. 16 del DL 63/2013 (recupero edilicio, interventi antisismici e c.d. "bonus mobili"), il co. 2-bis, inserito dalla L.205/2017 (legge di bilancio 2018), prevede l'adempimento della comunicazione all'ENEA, soltanto per gli interventi di recupero che sono anche volti al risparmio energetico e non per tutti gli interventi di recupero di cui all'art. 16-bis del TUIR.
Leggi la circolare dello Studio
19/11/2018

Circolare Tematica - Definizione degli atti del procedimento di accertamento (artt. 2 e 7 del DL 23.10.18 n. 119) – Provvedimenti attuativi

A cura di Marco Bevilacqua L'Agenzia delle Entrate, con i provvedimenti 9.11.18 n.298724 e 13.11.18 n.301338, ha emanato i provvedimenti attuativi delle disposizioni contenute negli artt. 2 (definizione di alcuni atti del procedimento di accertamento) e 7 (specifiche disposizioni riguardanti le associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte al CONI) del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2019. Nella circolare di studio se ne analizza la relativa disciplina; si ricorda che il DL119/2018 è in corso di conversione in legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Leggi la circolare dello Studio
14/11/2018

Non elusiva la scissione parziale proporzionale di una società immobiliare (risposta ad interpello 8.11.2018 n. 65)

A cura di Matteo Tambalo L'Agenzia delle Entrate, con risposta ad interpello 8.11.2018 n.65, ha precisato che la scissione parziale proporzionale con cui una società immobiliare, partecipata da due soci, trasferisce a quattro beneficiarie neocostituite distinti complessi immobiliari, non risulta abusiva ex art. 10-bis della L.212/2000. Nell'interpello era indicato che, successivamente alla scissione, non era prevista alcuna alienazione di partecipazione della scissa o delle beneficiarie, nè era previsto che per effetti di aumenti di capitale già concordati nelle beneficiarie, i terzi sottoscrittori sarebbero divenuti soci di controllo.
12/11/2018

Circolare Tematica - Gruppo IVA - chiarimenti da Agenzia delle Entrate

A cura di Marco Bevilacqua La circolare A.d.E. del 31.10.18 n.19 ha fornito chiarimenti sui molteplici aspetti relativi all'applicazione del nuovo istituto. Tali chiarimenti sono esaminati nella circolare di studio, prestando attenzione ai requisiti per la costituzione del Gruppo. Ciò in considerazione del fatto che i soggetti passivi che intendono costituire un Gruppo IVA efficace del 1.1.19 devono esercitare la relativa opzione entro il 15.11.18 (ovvero entro il 31.12.18 in relazione ai Gruppi Bancari Cooperativi).
Leggi la circolare dello Studio
06/11/2018

Circolare Tematica -Novità in materia di dichiarazione integrativa speciale nel "Decreto fiscale" collegato alla Legge di Bilancio

A cura di Marco Bevilacqua Nel decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, in corso di conversione di legge e pertanto suscettibile di modifica, sono contenute novità in materia di "dichiarazione integrativa speciale" contenute negli artt. 9 e 7 del DL119/2018. Analizziamo le novità nella circolare di studio.
Leggi la circolare dello Studio
06/11/2018

Azioni riscattabili: il valore di riscatto si contesta mediante la procedura prevista nel recesso

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Milano ha precisato che il socio che intenda contestare il valore di riscatto delle azioni ha a disposizione solo la procedura dell'art. 2437-ter comma 6 c.c. ("in caso di contestazione il valore di liquidazione è determinato entro 90 giorni dall'esercizio del diritto di recesso tramite relazione giurata di un esperto nominato dal tribunale"), non potendo invece adire direttamente il giudice in sede di ordinario processo di cognizione poichè si è ritenuto che le predette previsioni siano compatibili con la tutela del socio riscattato e che prevalgano gli interessi di celerità e certezza della valutazione.
02/11/2018

Circolare Tematica - Novità in materia di definizioni delle pendenze tributarie nel "Decreto fiscale" collegato alla Legge di Bilancio

A cura di Marco Bevilacqua Nel decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, in corso di conversione di legge e pertanto suscettibile di modifica, sono contenute novità in materia di "rottamazione dei ruoli" contenute negli artt. 3,4,5 del DL119/2018. Analizziamo le novità nella circolare di studio.
Leggi la circolare dello Studio
31/10/2018

Circolare Tematica - Novità in materia di rottamazione e annullamento dei ruoli nel "Decreto fiscale" collegato alla Legge di Bilancio

A cura di Marco Bevilacqua Nel decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, in corso di conversione di legge e pertanto suscettibile di modifica, sono contenute novità in materia di "rottamazione dei ruoli" contenute negli artt. 3,4,5 del DL119/2018. Analizziamo le novità nella circolare di studio.
Leggi la circolare dello Studio
31/10/2018

TAX CREDIT CINEMA - dal 7 novembre nuovi codici tributo

A cura di Alberto Righini L'Agenzia delle Entrate, a seguito del riordino della disciplina e l'emanazione dei decreti attuativi, con la risoluzione n.81/E del 30 ottobre 2018 ha istituito sette nuovi codici tributo che saranno operativi dal 7 novembre 2018 per consentire l'uso in compensazione dei crediti d'imposta per le imprese del settore cinematografico e dell'audiovisivo; la normativa di riferimento è quella della L.220/2016.
29/10/2018

Circolare Tematica - Novità in materia di Iva nel "Decreto fiscale" collegato alla Legge di Bilancio

A cura di Marco Bevilacqua Nel decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, in corso di conversione di legge e pertanto suscettibile di modifica, sono contenute novità nell'ambito della disciplina IVA, in particolar modo per quanto concerne il regime sanzionatorio in materia di fatturazione elettronica, i termini di emissione e registrazione delle fatture, nonchè le modalità di imputazione dell'IVA detraibile nell'ambito delle liquidazioni periodiche. Analizziamo le novità nella circolare di studio.
Leggi la circolare dello Studio
26/10/2018

Tagli al credito di imposta per ricerca e sviluppo

A cura di Angelo Tiziani Dall'ultima bozza del disegno di legge di bialncio emergono delle novità in ambito di credito d'imposta per ricerca e sviluppo. Il tetto massimo annuale di credito d'imposta riconosciuto a ciascun beneficiario passa da 20 milioni a 10 milioni di euro. Scende inoltre l'incentivo al 25% salvo che per alcune categorie di spese (personale dipendente interno all'azienda, direttamente impiegato nell'attività di ricerca e sviluppo; contratti stipulati con Università, enti di ricerca, start up innovative e Pmi innovative).
25/10/2018

Dal contratto alle informative: tutti i documenti da predisporre per svolgere l’attività di consulente finanziario

A cura di Paolo Cagliari Dal programma di attività da allegare alla domanda di iscrizione all'albo, al contratto scritto per la prestazione del servizio di consulenza, dalle relazioni sull'adeguatezza e sulla politica sui conflitti di interesse alle informative e ai rendiconti periodici alla clientela, il nuovo Regolamento Intermediari indica come deve essere documentata l'attività del consulente finanziario.
24/10/2018

La pendenza della causa, non riportata nel piano concordatario, non blocca la procedura

A cura di Anna Bimbatti La Cassazione esclude che il Giudice Delegato possa revocare l'ammissione della società al concordato preventivo per la pendenza di un contenzioso attivo con le banche (nella specie, per usura e poste non dovute) non menzionato nel piano, nè nella relazione, ma solo in sede di adunanza dei creditori. In caso di vittoria ci sarebbe, infatti, un vantaggio per la massa, mentre al contrario, nel caso in esame della Suprema Corte, in ipotesi di esito negativo le spese sarebbero state affrontate dai soci o attingendo da un fondo rischi creato ad hoc (Sentenza 26646/2018).

 
23/10/2018

CFC nello schema di D.Lgs. di recepimento della direttiva c.d. ATAD

A cura di Alessandro Fiocco In base al testo dell'art. 167 del TUIR, che si prospetta dal 2019, si considerano CFC le controllate estere che, congiuntamente: i) subiscono una tassazione effettiva inferiore al 50 % di quella a cui sarebbero soggette in Italia; ii) conseguono proventi per oltre 1/3 da passive income. In presenza di questi requisiti, sono considerate CFC anche le controllate comunitarie, poichè non vi è sostanziale continuità con quanto già previsto dall'attuale art. 167 c. 8 del TUIR e non esiste nel nuovo testo un'esclusione espressa.
22/10/2018

Albo dei consulenti finanziari - dal 1 dicembre 2018 sono aperte le iscrizioni

A cura di Paolo Cagliari A partire dal 1 dicembre 2018 sarà possibile presentare all'Organismo di vigilanza e tenuta dell'Albo Unico dei consulenti finanziari (OCF) domanda di iscrizione all'albo, condizione necessaria oer poter svolgere consulenza finanziaria in materia di investimenti. Fino al 30 novembre 2018 potranno invece richiedere l'iscrizione, senza necessità di sostenere la prova valutativa prevista dal nuovo Regolamento Intermediari, coloro che, in virtù di quanto stabilito dal D.Lgs. 164/2007, già svolgevano attività di consulenza al 31.10.07; per i dottori commercialisti, tuttavia, tale limitazione temporale potrebbe non essere vincolante.
Leggi il focus
16/10/2018

Srl: si abbassano i limiti superati i quali la nomina dell’organo di controllo diventa obbligatoria

A cura di Matteo Tambalo L'art. 378 dello schema di D.Lgs recante "Codice della crsi di impresa e dell'insolvenza" modifica l'art. 2477 c.c. prevedendo che la nomina dell'organo di controllo sarà obbligatoria se la società ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti: totale attivo dello stato patrimoniale: 2 milioni; ricavi: 2 milioni; dipendenti occupati in media durante l'esercizio:10 unità. Resta invece invariata la previsione secondo cui la nomina dell'organo di controllo è obbligatoria qualora la società sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato o controlli società obbligata alla revisione legale.
11/10/2018

Le Sezioni Unite tornano a pronunciarsi sulla validità della clausola claims made

A cura di Paolo Cagliari Con la Sentenza n.22437 del 24/09/2018, la Corte di Cassazione ha affermato che, ferma l'oramai pacifica validità delle clausole claims made, va sempre operata una valutazione di rispondenza del loro contenuto all'interesse concretamente perseguito; ove tale verifica sia di esito negativo, potrà ravvisarsi una responsabilità risarcitoria (nel caso di contratto concluso a condizioni svantaggiose) ovvero la nullità anche parziale del contratto (quando venga riscontrata l'impossibilità di raggiungere lo scopo pratico da esso perseguito).


 
10/10/2018

Nelle Spa “chiuse” azioni proprie sempre da computare per quorum costitutivo e deliberativo

A cura di Matteo Tambalo Nelle Spa "chiuse" (ossia quelle che non hanno azioni quotate o diffuse tra il pubblico in misura rilevante) le azioni proprie, per le quali è sospeso il diritto di voto ai sensi del'art. 2537ter c.c., sono incluse nel computo ai fini sia del quorum costitutivo sia del quorum deliberativo dell'assemblea. Invece, nelle spa "aperte" le azioni proprie si considerano per il calcolo del solo quorum costitutivo non computandosi per il calcolo del quorum deliberativo. Questo quanto precisato dalla Corte di Cassazione nella Sentenza 2.10.2018 n. 23950.
03/10/2018

Possibile il recesso in assenza del ricorrere dei presupposti legali e/o statutari per l’esercizio dello stesso

A cura di Matteo Tambalo E' ritenuto legittimo, secondo l'orientamento maggioritario, il recesso di un socio effettuato in assenza del ricorrere dei presupposti legali e/o statutari per l'esercizio dello stesso (cd. recesso consensuale); a tal fine, si ritiene necessario che venga adottata una delibera assembleare da assumersi con l'unanimità dei consensi da parte di tutti i soci e che sia rispettato il procedimento di liquidazione della quota del socio uscente secondo quanto previsto dai co.4-5 dell'art. 2473 cc, mentre si ritiene che l'entità del rimborso spettante al socio stesso sia liberamente negoziabile fra le parti.


 
21/09/2018

Sopravvenienze attive da stralcio debiti non tassate nel concordato in continuità “indiretto”

A cura di Angelo Tiziani Un chiarimento di portata rilevante è giunto ieri dal Ministero dell'Economia in Commissione Finanze alla Camera: nel caso in cui l'impresa debitrice cessi l'attività a seguito del trasferimento d'azienda, previsto dal piano concordatario in continuità, essa matura il diritto ad un integrale esenzione delle sopravvenienze attive derivanti dallo stralcio dei debiti concorsuali. Di conseguenza, ai fini dell'art. 88 comma 4-ter del TUIR, i concordati preventivi con continuità aziendale "indiretta" vengono equiparati a concordati preventivi liquidatori.

 
18/09/2018

L’apposizione di un termine al contratto col professionista può escludere il recesso del cliente

A cura di Paolo Cagliari La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 21904 del 7/9/18, ha affermato che la facoltà di recesso del committente da un contratto d'opera professionale può essere limitata dall'apposizione di un termine di durata del rapporto, se dall'interpretazione complessiva del contratto risulta che la clausola, anzichè indicare semplicemente la durata massima, esplicita la volonta delle parti di vincolarsi per tale durata, con conseguente esclusione del recesso prima della data convenuta.
18/09/2018

Quota sequestrata o pignorata ed esercizio dei diritti particolari ex art. 2468, comma 3, c.c.

A cura di Matteo Tambalo Qualora la quota di un socio a cui sono stati attribuiti i diritti amministrativi e/o patrimoniali a norma dell'art. 2468 comma 3 cc, sia sequestrata o pignorata, l'esercizio di tali diritti spetta al socio medesimo, salvo che il contenuto del diritto particolare -vedasi il diritto agli utili o alla quota di liquidazione - o la disciplina statutaria concernente la sua circolazione - spettanza del diritto al terzo acquirente - non rendano possibile l'esercizio da parte del custode. In tal senso si sono espresse dottrina e prassi notarile maggioritarie, mentre manca ad oggi, giurisprudenza in merito.
17/09/2018

Circolare Tematica - Compensazioni nel modello F24 - Sospensione in presenza di profili di rischio - Provvedimento attuativo

A cura di Marco Bevilacqua Allo scopo di contrastare il fenomeno delle indebite compensazioni di crediti d'imposta, l'art. 1 co.990 della L.27.12.17 n. 205 (legge di bilancio 2018) ha inserito il con.49-ter nel DL4.7.06 n.223, conv.,L.4.8.06 n.248, prevendendo che l'Agenzia delle Entrate possa sospendere, fino a 30 giorni, l'esecuzione dei versamenti mediante il modello F24, di cui agli artt. 17 ss del DLgs. 241/97, contenente compensazioni, per verificare se sussistono profili di rischio in relazione all'utilizzo dei crediti; con il provv. 28.8.18 n. 195385, l'Agenzia delle Entrate ha emanato le disposizioni attuative di tale disciplina.
Leggi la circolare dello Studio
13/09/2018

Patent box: calcoli standard per le micro e piccole imprese

A cura di Angelo Tiziani Con una comunicazione inviata al Ministero dello Sviluppo Economico, l'Agenzia delle Entrate ha previsto, a partire dal mese di settembre, una modalità di calcolo standardizzata per la quantificazione dell'agevolazione "Patent Box" per le micro e piccole imprese. Tale nuovo approccio, che prevede la definizione per diversi codici di attività delle imprese, di parametri di riferimentoche aiutino a calcolare il valore dei beni intangibili, risulta essere vincolante e non modificabile per il contribuente.

 
11/09/2018

Quota di srl oggetto di successione ereditaria: maggioranze richieste per l’adozione delle decisioni

A cura di Matteo Tambalo Qualora una quota di srl sia oggetto di successione, in presenza di più eredi si instaura una comunione ereditaria e deve essere nominato un rappresentante comune. Stante il rinvio operato dal legislatore, in caso di comproprietà della partecipazione, alle norme in tema di comunione, l'orientameno maggioritario ritiene che per le decisioni riguardanti la quota, cui dà esecuzione il rappresentante, si applichino le seguenti maggioranze: "semplice" per gli atti di ordinaria amministrazione, dei "2/3" per gli atti di straordinaria amministrazione e "unanimità" per gli atti di alienazione della quota.
07/09/2018

Circolare Tematica - Credito d’imposta per investimenti pubblicitari - Disposizioni attuative - Modalità e termini di presentazione del modello

A cura di Marco BevilacquaL’art. 57-bis del DL 24.4.2017 n. 50 (conv. L. 21.6.17 n. 96), prevede il riconoscimento di un credito d’imposta per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie su stampa, radio e televisioni. Con il DPCM 16.5.2018 n. 90, pubblicato sulla G.U. 24.7.18 n. 170, sono state emanate le disposizioni attuative di tale agevolazione; al fine di accedere all’agevolazione i soggetti interessati devono presentare una comunicazione mediante un apposito modello, approvato con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del C.d.M. del 31.7.18.
Leggi la circolare dello Studio
07/09/2018

Possibile la fusione di società con perdite superiori al terzo del capitale sociale

A cura di Matteo Tambalo L'operazione di fusione può essere adottata quale "opportuno provvedimento" da parte di società che abbia subito perdite superiori al terzo del capitale sociale ex artt. 2446 e 2482bis c.c. In tal senso si sono espresse sia la giurisprudenza che la dottrina e la prassi notarile, diffatti è stato rilevato che l'assemblea di una società, nella quale le perdite abbiano inciso sul capitale per oltre un terzo, può, senza ridurre preventivamente il proprio capitale, deliberare la fusione in altra società purchè il patrimonio netto della società incorporante sia in grado di assorbirne le perdite.
07/09/2018

RECRUITING

E' stata aggiornata la pagina "RECRUITING" del sito con le posizioni aperte.all'interno dello Studio.
 
06/09/2018

Circolare Tematica - “Decreto dignità” - Conversione in legge - Novità in materia di lavoro

A cura di Marco Bevilacqua  Con il DL 12.7.2018 n. 87 (c.d. “decreto dignità”) è stato convertito nella L.9.8.2018 n. 96, prevendendo numerose novità rispetto al testo originario. Nella circolare di studio si riepilogano le novità in materia di lavoro. 
 
Leggi la circolare dello Studio
06/09/2018

Modifica deducibilità degli interessi passivi ex art. 96 TUIR

A cura di Massimo Baciga L'art. 1, Capo I, dello schema di D.Lgs di attuazione della Direttiva 2016/1164/UE, sottoposto a parere parlamentare, modifica l'art. 96 del TUIR; in particolare prevede: i) il riporto illimitato degli interessi attivi eccedenti quelli passivi; ii) utilizzo prioritario del ROL di periodo rispetto alle eccedenze ROL precedenti, iii) riporto eccedenze ROL limitato entro cinque periodi d'imposta successivi, iiii) rilevanza del ROL "fiscale" anzichè "contabile". Le nuove norme troveranno applicazione dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31.12.18.
05/09/2018

Circolare Tematica - “Decreto dignità” - Conversione in legge - Novità in materia fiscale e di agevolazioni

A cura di Marco Bevilacqua  Con il DL 12.7.2018 n. 87 (c.d. “decreto dignità”) è stato convertito nella L.9.8.2018 n. 96, prevendendo numerose novità rispetto al testo originario. Nella circolare di studio si riepilogano le novità in materia fiscale e di agevolazioni. 
 
Leggi la circolare dello Studio
05/09/2018

Nulla la ricognizione di debito che consenta al socio di recedere dalla società e di ottenere la restituzione di capitale e sovrapprezzo versati

A cura di Matteo Tambalo La ricognizione di debito formulata da una società a favore del socio, attraverso cui si intenda attribuire a questi il diritto di recedere dalla società e di ottenere la restituzione della quota di capitale sociale e del sovrapprezzo versati al tempo della sotoscrizione della partecipazione sociale, è nulla per contrarietà alle norme imperative regolanti il contratto sociale poiché, non avendo ad oggetto poste debitorie corrispondenti a crediti esigibili del socio verso la società, neutralizzerebbe il rischio imprenditoriale cui il socio si sottopone con la sottoscrizione del capitale sociale (Cass. 10583/18). 
04/09/2018

Trasferimento della residenza all’estero ed “Exit Tax”

A cura di Alessandro Fiocco La bozza del D.lgs di recepimento della direttiva "Atad", contenente norme contro le pratiche di elusione fiscale, riscrive l'art. 166 del TUIR sul tema del trasferimento all'estero delle imprese commerciali. La principale conseguenza, per i soggetti che trasferiscono la residenza fiscale all'estero, è l'abolizione a partire dal 2019 della possibilità di optare, per il regime di sospensione della tassazione fino al conseguimento delle plusvalenze non ancora realizzate; resta salva la possibilità di rateizzazione delle imposte dovute che sono tuttavia ridotte da sei a cinque.
04/09/2018

Maggior reddito accertato acquirente in seguito a Voluntary Disclosure da parte del cedente

Secondo la Sentenza n. 68/4/2018 della Commissione Tributaria Provinciale di Como è lecita la rettifica di un maggiore reddito accertato detenuto all'estero da un soggetto (acquirente) in seguito alla dichiarazione di aver percepito un pagamento "in nero" fornita da un terzo soggetto (cedente) nel corso della pratica di voluntary disclosure.
03/08/2018

Esclusa l’applicazione analogica dell’art. 2367 c.c. alle Srl.

A cura di Matteo Tambalo Il Trib. di Roma (sent. 1880/18) ha precisato che nelle srl non si applica in via analogica l’art. 2367 c.c. relativamente alla richiesta, da parte dei soci al Tribunale, di convocazione dell’assemblea. L’art. 2479 co. 1 c.c., relativo alle srl, si è ritenuto che sia da interpretare nel senso che i soci rappresentanti almeno 1/3 del capitale, potendo sottoporre argomenti alla discussione dell’assemblea, possono convocare direttamente la stessa su tali argomenti, qualora consti l’inerzia degli amministratori a seguito della richiesta agli stessi di procedere alla convocazione.
02/08/2018

Recupero iper-ammortamento appalti esteri

Il Decreto 87/18 prevede un meccanismo di recupero del beneficio dell'iper-ammortamento in caso di cessione o delocalizzazione presso strutture produttive situate all’estero dei beni agevolati nel corso del periodo di fruizione dell’agevolazione. Salvo intervenga la modifica in sede di conversione, le imprese, in particolare quelle che realizzano opere edili o grandi impianti, che delocalizzano propri macchinari iper-ammortizzabili in strutture estere ove realizzano opere in appalto, potrebbero vedersi recuperato il predetto beneficio legittimamente maturato prima di tale delocalizzazione.
01/08/2018

Atto redatto per corrispondenza: irrilevante l'invio postale per escludere il registro

A cura di Matteo Tambalo Nell'ordinanza n. 19799/2018, la Cassazione ha affermato come, per configurare lo "scambio di corrispondenza commerciale" che, ai fini dell'imposta di registro, consente di escludere la registrazione in termine fisso per determinati atti, non sia necessario l'invio postale dei documenti. Nel caso di specie il riferimento era un contratto di finanziamento, che, ai fini dell'imposta di registro, qualora stipulato per corrispondenza è soggetto a registrazione in caso d'uso, mentre, ove ricorra una scrittura privata non autenticata, la registrazione è in termine fisso ed è dovuta l'imposta di registro del 3%.
31/07/2018

No all’aumento di capitale effettuato tramite criptovaluta non presente in alcuna piattaforma di scambio

A cura di Matteo Tambalo Il Trib. di Brescia (18.7.18) ha stabilito che non è legittimo l'aumento di capitale di una srl effettuato tramite conferimento di criptovaluta non presente in alcuna piattaforma di scambio tra criptovalute o tra criptovalute e monete aventi corso legale, con la conseguente impossibilità di fare affidamento su prezzi attendibili. Secondo i giudici, caratteristiche fondamentali dei beni oggetto di conferimento sono l'idoneità a essere oggetto di valutazione in un dato momento storico, l'esistenza di un mercato di tale bene e l’idoneità del bene a essere "bersaglio" dell'aggressione da parte dei creditori sociali
30/07/2018

Fallisce anche la start-up innovativa qualora si accerti l’insussistenza dei requisiti qualificanti di legge

A cura di Matteo Tambalo Posto che, di norma, la start up innovativa non è assoggettabile a procedure concorsuali diverse dalla composizione della crisi da sovraindebitamento, il Tribunale di Udine (18/01/18) ha precisato che qualora venga meno uno dei requisiti qualificanti prima della scadenza dei 5 anni dalla sua costituzione ovvero si accerti che tali requisiti non sono effettivamente sussistenti, la start up non è più soggetta alla predetta esenzione potendo quindi essere assoggettata a fallimento; non è pertanto precluso, in sede prefallimentare, l’accertamento dell’effettiva sussistenza dei requisiti qualificanti previsti dalla legge.
26/07/2018

Società pubbliche: no alla limitazione dei poteri dell’organo amministrativo alla sola amministrazione ordinaria

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Roma (sent. 02/7/18) ha ritenuto inammissibile la modifica dello statuto di una spa pubblica che limita i poteri dell’organo amministrativo alla sola amministrazione ordinaria, in quanto da un lato si pone in contrasto con l’art. 2380-bis cc, andando ben oltre le facoltà di deroga consentite dall’art. 16 d.lgs. 175/2016 (T.U. in materia di società pubbliche) e, dall’altro, l’attribuzione solo all’assemblea dei poteri di straordinaria amministrazione lederebbe anche i principi fondanti della responsabilità civile degli amministratori verso la società e i creditori sociali (artt. 2392 e ss. cc).
23/07/2018

Sì all’introduzione statutaria delle azioni “riscattande”

A cura di Matteo Tambalo Secondo la massima n. 67 del Consiglio Notarile di Firenze, lo statuto di una s.p.a. può creare categorie di azioni che incorporano il diritto ad ottenere il loro acquisto ad opera di altri soggetti (c.d. azioni riscattande). Ai fini della validità di tali azioni non trovano applicazione i limiti previsti per la diversa categoria delle azioni riscattabili (art. 2437sexies c.c.); lo statuto potrà quindi prevedere criteri di determinazione del prezzo di vendita e termini di pagamento meno favorevoli rispetto a quelli indicati per la liquidazione della quota del socio receduto, ai sensi degli artt. 2437ter e quater c.c.
19/07/2018

Circolare Tematica - “Decreto dignità” - Novità in materia di lavoro

A cura di Marco Bevilacqua  Con il DL 12.7.2018 n. 87, pubblicato sulla G.U. 13.7.2018 n. 161, è stato emanato il c.d. “decreto dignità”; il decreto è entrato in vigore il 14.7.2018 ma per molte disposizioni sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare di studio si riepilogano le novità in materia di lavoro. In ogni caso, il DL 87/2018 è in corso di conversione in legge e quindi suscettibile di modifiche.
Leggi la circolare dello Studio
19/07/2018

Circolare Tematica - “Decreto dignità” - Novità in materia fiscale e di agevolazioni

A cura di Marco Bevilacqua  Con il DL 12.7.2018 n. 87, pubblicato sulla G.U. 13.7.2018 n. 161, è stato emanato il c.d. “decreto dignità”; il decreto è entrato in vigore il 14.7.2018 ma per molte disposizioni sono previste specifiche decorrenze. Nella circolare di studio si riepilogano le novità in materia fiscale e di agevolazioni. In ogni caso, il DL 87/2018 è in corso di conversione in legge e quindi suscettibile di modifiche.
Leggi la circolare dello Studio
18/07/2018

Circolare Tematica - Crediti d’imposta – Provvedimenti attuativi per le agevolazioni relative a quotazione PMI e formazione 4.0.

A cura di Marco Bevilacqua Sono stati emanati alcuni ulteriori provvedimenti attuativi con riferimento ad agevolazioni fiscali concesse sotto forma di crediti d’imposta. Andiamo ad analizzare, in particolare, i seguenti provvedimenti: i) il DM 23.4.2018, attuativo del credito d’imposta sui costi di consulenza relativi alla quotazione delle PMI; ii) il DM 4.5.2018, attuativo del credito d’imposta per le spese di formazione 4.0 del personale dipendente.
Leggi la circolare dello Studio
18/07/2018

Sì alla richiesta giudiziale di revoca dell’unico socio accomandatario-amministratore da parte dell’accomandante

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Reggio Emilia ha ritenuto ammissibile, per il socio accomandante, intraprendere l’azione cautelare ex art. 700 c.p.c., volta alla revoca dell’amministratore, ritenendo che sia applicabile la revoca per via giudiziaria delineato per la società semplice dall’art. 2259 c.c. anche laddove la stessa sia richiesta nei confronti dell’unico socio accomandatario/amministratore. Nel caso di specie, l’A.G.ha la facoltà di disporre la nomina di un amministratore giudiziario al fine di rendere effettiva la tutela cautelare, evitando la paralisi completa dell’attività sociale.
17/07/2018

Circolare Tematica - “Mini voluntary disclosure” - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali – Presentazione istanze di accesso

A cura di Marco Bevilacqua L’art. 5-septies del DL 16.10.2017 n. 148, conv. L. 4.12.2017 n. 172, disciplina la procedura della c.d. “mini voluntary disclosure”, la quale consente di regolarizzare le violazioni riguardanti somme su conti o libretti derivanti da redditi di lavoro dipendente o autonomo prodotti all’estero e/o dalla vendita di beni immobili detenuti nello Stato estero di prestazione dell’attività lavorativa. L’istanza di regolarizzazione deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate entro il 31.7.2018.
Leggi la circolare dello Studio
13/07/2018

Circolare Tematica - Fatturazione elettronica - Ulteriori chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

A cura di Marco Bevilacqua La legge di bilancio 2018 ha disposto l’introduzione della fattura elettronica obbligatoria nelle operazioni tra privati (Business to Business e Business to Consumer), a decorrere in generale dall’1.1.2019. Con la circ. 2.7.2018 n. 13, l’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti ad integrazione della precedente circ. 30.4.2018 n. 8.
Leggi la circolare dello Studio
10/07/2018

Patto parasociale e opzione put

A cura di Paolo Cagliari  Non viola il divieto di patto leonino ed è quindi valido il patto parasociale che preveda a favore del socio il diritto di vendere le azioni e il corrispondente obbligo di acquistarle a prezzo predeterminato, pari a quello originario di acquisto, pur con l’aggiunta degli interessi sull’importo dovuto e del rimborso dei versamenti operati in favore della società fino al termine di scadenza dell’opzione. L’ha affermato la Corte di cassazione, con la sentenza n. 17498 del 4 luglio 2018.
06/07/2018

Sempre necessario il verbale assembleare per l’iscrizione di revoca e nomina dell’amministratore

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Roma, con sentenza del 2 Marzo 2018, ha precisato che l'atto pubblico di donazione di partecipazioni societarie, nel quale sia prevista la revoca dell'amministratore e la nomina del successore, non è titolo idoneo per l'iscrizione nel registro delle imprese di tali modificazioni dell’organo amministrativo, che pertanto debbono necessariamente essere adottate con delibera dell'assemblea dei soci e rilevate nel relativo verbale.
04/07/2018

L’amministratore unico non può mai essere dipendente della società amministrata

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Bologna (sent. del 1/03/2018) ha riaffermato il principio, già enunciato dalla Cassazione, secondo cui l’amministratore di una società di capitali può assumere la qualità di lavoratore dipendente della stessa solo qualora non ne sia amministratore unico, ma sia parte invece di un C.d.A., ancorché investito di mansioni di consigliere delegato, in modo che la costituzione e la gestione del rapporto di lavoro siano ricollegabili ad una volontà della società distinta da quella del singolo amministratore e quindi possa ritenersi sussistente il requisito della subordinazione gerarchica.
02/07/2018

Circolare Tematica - Cessioni di carburanti presso distributori stradali - Rinvio dell’obbligo di fatturazione elettronica

A cura di Marco Bevilacqua Per andare incontro alle esigenze degli operatori, è stato emanato il DL 28.6.2018 n. 79, che dispone il rinvio dell’obbligo di fatturazione elettronica dall’1.7.2018 all’1.1.2019 limitatamente alle cessioni di benzina e gasolio effettuate presso impianti stradali di distribuzione. Viene conseguentemente rinviato all’1.1.2019 anche l’obbligo previsto, per la generalità dei soggetti passivi IVA, di documentare mediante fattura elettronica detti acquisti di carburante.
Leggi la circolare dello Studio
22/06/2018

I finanziamenti soci sono “postergati” anche nelle Spa – Ancora una pronuncia della Cassazione

A cura di Matteo Tambalo La Cassazione (sent. n. 16291/2018), ha stabilito che, nel caso in cui i soci finanziatori di una spa si trovino in una "posizione concreta simile a quella dei soci finanziatori della srl", si applica l'art. 2467 c.c. in tema di postergazione del credito dei soci finanziatori rispetto alle ragioni degli altri creditori sociali. Il principio sancito da tale norma risulterebbe estensibile alle spa, qualora, in concreto, per le modeste dimensioni della società o per la sua particolare essenza (capitale sociale concentrato in una compagine ristretta o famigliare), si riproduca la situazione tipica delle srl.
13/06/2018

Circolare Tematica - Novità in materia di fatturazione elettronica - Provvedimento A.d.E. 30.4.18 n. 89757 e chiarimenti

A cura di Marco Bevilacqua La legge di bilancio 2018 ha disposto l’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica; con decorrenza 1.1.19, salvo che per alcune tipologie di operazioni effettuate in settori particolarmente soggetti al rischio di frode (settore dei carburanti e settore dei subappalti pubblici) per il quale l’obbligo è anticipato al 1.7.19, è previsto l’obbligo di fatturazione elettronica per la generalità delle operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi IVA, nonché nei confronti di privati consumatori.
Leggi la circolare dello Studio
01/06/2018

Circolare Tematica - Cessioni di carburanti - Novità in materia di documentazione e pagamento

A cura di Marco Bevilacqua  La legge di bilancio 2018 ha previsto le seguenti misure a partire dall’1.7.18: i) anticipazione dell’obbligo di fatturazione elettronica con riguardo alle cessioni di benzina/gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori; ii) obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi relativi alle predette cessioni effettuate verso privati consumatori; iii) utilizzo di particolari mezzi di pagamento per la deducibilità dei costi e della detraibilità IVA per l’acquisto di carburanti e lubrificanti.
Leggi la circolare dello Studio
24/05/2018

Per le Sezioni Unite non è cumulabile indennizzo assicurativo e risarcimento del danno

A cura di Paolo Cagliari  Con la sentenza n. 12565 del 22 maggio 2018, le Sezioni Unite della Corte di cassazione hanno affermato che, nella liquidazione del danno da fatto illecito, dall’ammontare del danno risarcibile va detratta l’indennità percepita dal danneggiato in forza di assicurazione contro i danni, in quanto la surroga dell’assicuratore nei diritti del danneggiato nei confronti del danneggiante priva l’assicurato del diritto di pretendere dall’autore dell’illecito quanto abbia già percepito dall’assicuratore.
24/05/2018

Limiti all’impugnazione della delibera di revoca da parte dell’amministratore revocato

A cura di Matteo Tambalo Il Tribunale di Roma (sent. 4/04/2018) ha precisato che l’amministratore revocato può impugnare la relativa delibera di revoca non per quanto attiene alla validità della stessa, così da poter rimuovere la deliberazione di revoca mediante il giudizio di merito o sospenderne gli effetti in via cautelare per essere reintegrato nell'ufficio, bensì solo per quanto attiene la possibilità di far valere la tutela risarcitoria per il caso dell’assenza di adeguata motivazione e di giusta causa, essendo pertanto ammessa un’impugnazione unicamente ai soli fini risarcitori e non ripristinatori.
22/05/2018

Controllo limitato per il socio accomandante

A cura di Matteo Tambalo Secondo quanto deciso dal Tribunale di Roma (sent. 13/02/2018), nelle società in accomandita semplice il socio accomandante non ha facoltà di accedere integralmente alla documentazione sociale, in quanto, i poteri di controllo riconosciuti a tale tipologia di socio non possono configurarsi alla stregua di quelli previsti dell'art. 2261 c.c. per i soci della società in nome collettivo, trattandosi di un sindacato che, da una parte, verte non già sull'amministrazione, ma sulla esattezza dei dati esposti in bilancio e, dall'altra, è consentito solo al termine dell'esercizio sociale.
14/05/2018

Sì all’acquiescenza accertativa parziale

A cura di Marco Bevilacqua Il contribuente può prestare acquiescenza, ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs. n. 218/97, anche con riferimento a singoli ed autonomi addebiti di un accertamento unitario, in considerazione della ratio deflattiva del contenzioso sottesa all’istituto in questione (cfr. Cass. n. 11497/2018).
09/05/2018

Circolare Tematica - Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA - Modalità e termini per il 2018 - Nuovo modello

A cura di Marco Bevilacqua Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 21.3.18 n. 62214 ha approvato, a decorrere dalle comunicazioni relative al 1° trimestre 2018: i) la nuova versione del modello per effettuare la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA; ii) le istruzioni per la sua compilazione; iii) le specifiche tecniche per la relativa trasmissione telematica dei dati. Vi invitiamo a consultare la circolare compl