Sulla formulazione delle classi nella proposta concordataria: creditore litigioso e creditore postergato

17/10/2016

di Giorgio Aschieri

Con decreto depositato il 28 luglio.2016, il Tribunale di Verona ha omologato il concordato preventivo proposto dalla società istante, la quale ha formulato una proposta concordataria che prevedeva la suddivisione dei creditori in due classi. Nella prima classe veniva inserito solamente un creditore, il cui credito era contestato stragiudizialmente nell’an in ragione di una ipotizzata invalidità del contratto sul cui presupposto erano state effettuate le forniture a favore della proponente. Nella seconda classe venivano ricompresi tutti gli altri creditori chirografari, non prevedendosi infine alcuna falcidia in danno dei privilegiati.
Pubblicazione ottobre 2016 Il Caso.it
 
Condividi su: linkedin share facebook share twitter share
Sigla.com - Internet Partner