News

tutti | 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013
20/11/2020

Coronavirus - Normativa vigente al 20 novembre 2020 e cessata

I provvedimenti emessi in questo delicato momento del Paese sono innumerevoli ed in via di evoluzione quotidiana, per una maggiore facilità di consultazione e coordinamento abbiamo pensato di riassumerli in questa sezione, suddividendoli per ciascun Organo emanante.
Leggi la normativa
16/11/2020

Circolare Tematica - Emergenza epidemiologica da Coronavirus - DL 9.11.2020 n. 149 (c.d. decreto “Ristori-bis”) - Altre principali novità

Nella circolare si analizzano le novità contenute nel DL 9.11.2020 n. 149 (c.d. decreto “Ristori-bis”) In particolare, vengono analizzati: la rideterminazione del contributo a fondo perduto del DL 137/2020; il nuovo contributo a fondo perduto per i soggetti IVA che operano nelle Regioni “rosse”; le modifiche al credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo; l’abolizione della seconda rata IMU 2020 per gli immobili ubicati nelle Regioni “rosse” in cui si esercitano attività sospese; l’estensione dell’esonero contributivo a favore delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura; le novità in materia di integrazione salariale; il bonus baby-sitting.
Consulta la circolare
13/11/2020

Circolare Tematica - Acconti IRPEF, IRES, IRAP, imposte sostitutive, addizionali e patrimoniali - Novità applicabili al 2020

Nella circolare vengono riepilogate le novità riguardanti la determinazione della seconda o unica rata degli acconti IRPEF, IRES, IRAP, delle relative addizionali e imposte sostitutive, dell’IVIE e dell’IVAFE, in scadenza il 30.11.2020 per i soggetti “solari”.
Consulta la circolare
12/11/2020

Circolare Tematica - Emergenza epidemiologica da Coronavirus - DL 9.11.2020 n. 149 (c.d. decreto “Ristori-bis”) - Novità in materia di sospensione dei versamenti

Nella circolare si analizzano le novità contenute nel DL 9.11.2020 n. 149 (c.d. decreto “Ristori-bis”) in materia di sospensione dei versamenti, in particolare: i) la sospensione dei versamenti scadenti a novembre 2020 relativi all’IVA e alle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati; ii) la sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti nel mese di novembre 2020 dai datori di lavoro privati.
Consulta la circolare
10/11/2020

Niente realizzo controllato per l’offerta pubblica di acquisto e scambio di azioni

A cura di Matteo TambaloCon la risposta n. 537/2020 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che in presenza di un conguaglio in denaro a fronte di un conferimento di partecipazioni in un’offerta pubblica di acquisto e scambio non si applica il realizzo controllato ex art. 177, comma 2, del Tuir.  L’Agenzia ricorda che il realizzo controllato è legato al valore contabile attribuito dalla conferitaria alle partecipazioni ricevute in conferimento, pertanto il riferimento esclusivo al parametro valutativo dell'incremento del patrimonio netto realizzato dalla conferitaria, non consente di ricondurre nel 177, comma 2, TUIR uno scambio azionario mediante conferimento a cui si aggiunge un corrispettivo in denaro ad integrazione delle azioni ricevute dal conferente.
Leggi la risposta interpello
09/11/2020

Circolare Tematica - Emergenza epidemiologica da Coronavirus - DL 28.10.2020 n. 137 (c.d. decreto “Ristori”) - Principali novità

Nella circolare si analizzano alcune novità del DL 28.10.2020 n. 137 (c.d. decreto “Ristori”), pubblicato sulla G.U. 28.10.2020 n. 269 che è entrato in vigore il 29.10.2020, giorno successivo alla sua pubblicazione. Ricordiamo che il DL è in corso di conversione in legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche ed integrazioni.
Consulta la circolare
05/11/2020

Successione: le quote dei fondi di investimento mobiliare non rientrano nella nozione di “denaro gioielli e mobilia”

A cura di Matteo TambaloSecondo la Cassazione (ordinanza n. 22181 depositata il 14 ottobre 2020) le quote dei fondi di investimento mobiliare non rientrano nella nozione di “denaro gioielli e mobilia” di cui all’art. 9, comma 2, del d.lgs. n. 346/1990 (ove è disposto che si considerano compresi nell’attivo ereditario denaro, gioielli e mobilia per un importo pari al 10% del valore dell’asse ereditario netto - cioè il valore eccedente l’eventuale franchigia - anche se non dichiarati o dichiarati in misura inferiore), sicché esse concorrono, analogamente agli altri beni dell’attivo ereditario, nella determinazione della base di calcolo della ulteriore percentuale del 10% prevista dalla suindicata disposizione.
03/11/2020

Trust per il “Dopo di noi” senza agevolazioni in assenza del Guardiano

A cura di Matteo TambaloLe agevolazioni fiscali previste dalla legge sul “Dopo di noi” non trovano applicazione se l’atto istitutivo del trust non individua il Guardiano, ossia il soggetto preposto al controllo delle obbligazioni imposte all’atto dell’istituzione del trust. Così l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 512 del 2 novembre 2020.
30/10/2020

Circolare Tematica - Modelli 770/2020 – Proroga al 10.12.2020 del termine di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso

Nella circolare di studio si analizzano gli effetti determinati dall'art. del DL 28.10.2020 n. 137 (c.d. DL “Ristori”), pubblicato sulla G.U. 28.10.2020 n. 269 e in vigore dal 29.10.2020, con il quale è stata disposta la proroga del termine di presentazione dei modelli 770/2020, relativi all’anno d’imposta 2019. Il nuovo termine è stato stabilito al 10.12.2020, rispetto alla precedente scadenza del 2.11.2020 (in quanto il termine ordinario del 31 ottobre cade di sabato).
Consulta la circolare
29/10/2020

Il Decreto Ristori cambia l’udienza tributaria

A cura di Marco BevilacquaIl Decreto Ristori, pubblicato in gazzetta ufficiale, cerca di aiutare anche l’udienza tributaria. Si prevede, in particolare, la possibilità di celebrare udienze da remoto od altrimenti il passaggio in decisione delle controversie sulla base degli atti, salvo che una parte non insista per la discussione, nel qual caso, ove non possibile l’udienza da remoto, si procederà con la trattazione scritta, con memorie conclusionali e di replica, o in subordine, laddove non si possa far rispettare i termini di quest’ultima, con il rinvio, con possibilità di successiva trattazione scritta.
Tale normativa appare interessante e complessa: se da un lato amplia il novero delle opportunità del rito esperibili, dall’altro potrebbe rivelarsi difficoltosa da gestire per gli operatori sul piano applicativo.
Condividi su: linkedin share facebook share twitter share
Sigla.com - Internet Partner